Us Open - Sascha Zverev fa cacciare un fan: "Mi ha urlato una frase di Hitler"

È successo anche questo durante la durissima battaglia tra il tedesco e Jannik Sinner

by Luca Ferrante
SHARE
Us Open - Sascha Zverev fa cacciare un fan: "Mi ha urlato una frase di Hitler"
© Al Bello/Getty Images

È successo anche questo durante la durissima battaglia tra Alexander Zverev e Jannik Sinner, che hanno entusiasmato il pubblico dell'Arthur Ashe Stadium per quasi 5 ore. Nel quarto set il tennista tedesco ha fatto segno al giudice di sedia di allontanare un tifoso sugli spalti.

Il fan ha urlato una frase che richiama Adolf Hitler, ovvero "Deutschland Uber Alles" (l'inno diventato famoso della Germania nazista). Una cosa che è stata subito catturata dal nativo di Amburgo, che si è avvicinato all'arbitro per avvertirlo dell'episodio e prendere dei provvedimenti: "Mi ha urlato la più famosa frase di Hitler.

È inaccettabile". La sicurezza ha avuto il via libera per intervenire e far allontanare la persona in questione, che non ha fatto resistenza e lasciato l'impianto tra i fischi generali del pubblico, che voleva continuare a gustarsi lo spettacolo del match.

In conferenza stampa Sascha ha sottolineato sulla vicenda: "Ha iniziato a cantare l'inno di quell'epoca, ho pensato fosse davvero troppo per sopportarlo.

Probabilmente era coinvolto emotivamente in un match lunghissimo, ma non mi interessa. Adoro i tifosi, il chiasso, le emozioni e gli incitamenti ma penso - da cittadino tedesco e non esattamente orgoglioso di quel periodo storico - che non sia stata una brillante idea la sua.

In più, era seduto in una delle prime file, quindi penso potessero sentirlo in tanti. Se non avessi reagito sarebbe stata una macchia per me" ha dichiarato, nelle parole riportate anche da Eurosport.

Us Open Sascha Zverev Jannik Sinner
SHARE