Daniil Medvedev: “Andrej Rublev? Non chiamatelo ‘Jannik’. Si arrabbia!”

Il finalista Slam ha rivelato un divertente aneddoto sul connazionale


by   |  LETTURE 1489

Daniil Medvedev: “Andrej Rublev? Non chiamatelo ‘Jannik’. Si arrabbia!”

I giovani Daniil Medvedev e Andrej Rublev sono attualmente i migliori giocatori che la Russia abbia da offrire: il primo, già numero 4 del mondo, ha raggiunto la finale dell’ultima edizione degli Us Open di New York e vanta la vittoria in due tornei Masters 1000 (a Cincinnati e Shanghai); il secondo, oggi numero 14 ATP, ha disputato i quarti di finale a Flushing Meadows tre anni fa ed è già stato in grado di sconfiggere lo svizzero Roger Federer, nel 2019.

Medvedev, che di recente ha preso parte ad una sessione online di Tennis United, ha svelato un simpatico aneddoto riguardante il suo connazionale.

Daniil Medvedev: "Non chiamate Rublev 'Jannik', si arrabbia"

Classe 1996, Medvedev è di un anno e mezzo più grande rispetto al suo amico Rublev.

“Andrej si arrabbia sempre quando qualcuno lo chiama Jannik”, ha detto Daniil, “perché un po’ assomiglia a Sinner. Agli Us Open, quando gli ho fatto: ‘Hey, Jannik! Come stai?’, si è arrabbiato ed è andato via, poi è tornato dopo una decina di minuti e mi ha detto: ‘Allora tu sei Davidenko!’.

”. Quest’anno, Medvedev ha condotto la Russia fino in semifinale di ATP Cup (sconfitta con l'invincibile Serbia capitanata da Nole Djokovic), mentre agli Australian Open non è stato in grado di superare il quarto turno, stavolta sorpreso da Stan Wawrinka.

A Rotterdam e Marsiglia è poi uscito prematuramente contro Vasek Pospisil e Gilles Simon. Per quanto riguarda Rublev, il ventiduenne ha iniziato alla grande questo 2020: vincitore a Doha ed Adelaide, il russo ha quindi fatto ottavi e quarti di finale rispettivamente agli Australian Open e a Rotterdam.

I tennisti di Mosca sono oggi i primi due giocatori russi del ranking ATP: al terzo gradino ecco Karen Khachanov, oggi numero 15 del mondo ma già top 10 in passato. L’ultimo atleta russo in grado di conquistare un torneo del Grand Slam è stato il grande Marat Safin agli Australian Open del 2005, vittorioso in finale sul padrone di casa Lleyton Hewitt con il punteggio di 1-6 6-3 6-4 6-4.

Photo Credit: EssentiallySports