Eugenie Bouchard vuole aprire una bottiglia di champagne… Ma non ci riesce

La bella canadese si è resa protagonista di una divertente scenetta accaduta in Carolina del Sud


by   |  LETTURE 3619

Eugenie Bouchard vuole aprire una bottiglia di champagne… Ma non ci riesce

La ventiseienne di Montreal Eugenie Bouchard, numero 5 WTA nell’ottobre di quasi sei anni fa, ha vissuto un 2014 davvero da favola: semifinalista agli Australian Open ed al Roland Garros, è stata anche capace di raggiungere la finale di Wimbledon, sconfitta nettamente dalla ceca Petra Kvitova.

Da quel momento, però, la canadese è riuscita a tornare nei quarti di finale di un torneo del Grand Slam solo un’altra volta, a Melbourne l’anno successivo. Basti pensare che, dal 2016 ad oggi, in questa prestigiosa categoria di eventi il suo miglior risultato è il terzo turno.

Vincitrice dell’edizione 2014 del WTA International di Norimberga, oggi Bouchard è fuori dalle prime 330 giocatrici della classifica mondiale.

L'evento di esibizione a Charleston

Negli ultimi giorni, Eugenie ha preso parte al Credit One Bank Invitational, evento di esibizione andato in scena a porte chiuse a Charleston, negli Stati Uniti.

Avendo vinto la competizione come membro del Team Peace, la canadese avrebbe dovuto aprire una semplice bottiglia di champagne come segno di vittoria. Tuttavia, le cose non sono andate come preventivate: nel video da lei stesso successivamente pubblicato su Instagram, Eugenie si trova in palese difficoltà.

“Giuro, abbiamo giocato meglio di come abbiamo festeggiato!”, ha scritto nella descrizione. “Per favore, qualcuno mi potrebbe insegnare come si fa ad aprire una bottiglia di champagne?”. Al torneo hanno preso parte anche giocatrici del calibro di Sofia Kenin, Bethanie Mattek-Sands, Danielle Collins, Jennifer Brady, Caroline Dolehide, Ajla Tomljanovic, Carla Suarez Navarro, Madison Keys, Shelby Rogers, Victoria Azarenka, Monica Puig, Alison Riske, Sloane Stephens ed Amanda Anisimova.

Negli Stati Uniti il Coronavirus ha fatto ormai più di 125 mila vittime e sono oltre 2 milioni e mezzo i casi di contagio, a fronte di 820 mila guarigioni. Per quanto riguarda la situazione mondiale, i morti hanno superato quota 500 mila e i casi confermati si attestano attorno ai 10 milioni.

Dopo mesi di stop, il calendario WTA riprenderà finalmente dall'inizio di agosto con il torneo di Palermo.