Wimbledon, Djokovic mangia l'erba e avvisa i rivali: “Ancora più affamato”

Il serbo punta a eguagliare il record di otto successi sui prati dell’All England Club attualmente detenuto da Roger Federer

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Wimbledon, Djokovic mangia l'erba e avvisa i rivali: “Ancora più affamato”

Novak Djokovic punta il mirino su Wimbledon 2023. Il super campione serbo è recentemente arrivato sui campi dell’All England Club, lì dove lo scorso anno - battendo Nick Kyrgios in finale - ha messo a segno il suo settimo successo.

Djokovic, esaltato dal raggiungimento dell’obiettivo di diventare il tennista con più titoli dello Slam, giunge a Wimbledon col carico di aspettative ed è determinato a eguagliare il record di vittorie di Roger Federer, fermo a quota otto trionfi sull’erba del Major londinese.

Il fuoriclasse di Belgrado è ben attento anche all’aspetto comunicativo ed è per questo che, tramite social, ha lanciato un chiaro messaggio ai suoi rivali con un video in cui lo si vede mangiare l’erba dei campi dell’All England Club, gesto ormai divenuto suo marchio di fabbrica dal suo primo successo datato 2011.

A parlare ancora più chiaro è la didascalia del post, che recita: “Ricordando il sapore e ancora più affamato” .

Djokovic: “Wimbledon? Non si può spiegare cosa sia per me”

Non ho parole per spiegare cosa significhi questo torneo, questo trofeo per me, per la mia squadra e per la mia famiglia.

L'ho detto molte volte”, dichiarò Novak Djokovic dopo la vittoria di Wimbledon 2022. “È sempre stato e sarà sempre il torneo più speciale del mio cuore, quello che mi ha motivato, ispirato a iniziare a giocare a tennis in una piccola località di montagna in Serbia dove i miei genitori gestivano un ristorante.

Avevo quattro o cinque anni e vidi Pete Sampras vincere il suo primo Wimbledon nel 1993. Ho chiesto a papà e mamma di comprarmi una racchetta e la mia prima immagine del tennis è stata l'erba e Wimbledon. Ho sempre sognato di venire qui, di giocare in questo campo e di realizzare il sogno di vincere questo trofeo. Ogni volta diventa sempre più significativo e speciale” . Photo Credits: LaPresse

Wimbledon Roger Federer
SHARE