L’assurdo punto di Djokovic contro Rublev

Il russo sferra un ‘drittone’ dei suoi e il Nole sembra battuto, ma l’esito dello scambio si capovolge totalmente


by   |  LETTURE 9758

L’assurdo punto di Djokovic contro Rublev

Con una prestazione da autentico numero 1 del mondo qual è Novak Djokovic travolge Andrey Rublev e si regala la decima semifinale in una edizione delle Nitto ATP Finals. Bastano un’ora e 7 minuti di gioco al serbo per sbarazzarsi del russo col punteggio di 6-3 6-2.

Non ha mai dato neanche l’impressione di concedere una chance di giocarsela il pluricampione di Belgrado che ha spazzato via il malcapitato Rublev senza nemmeno sforzarsi più di tanto, almeno apparentemente.

Su un punto in particolare, però, uno sforzo in più l’ha fatto e ha tirato fuori tutto il suo armamentario atletico per vincerlo. Siamo nel terzo gioco del secondo set e servizio per il russo sul 40-40.

Dopo una serie di scambi Rublev scaraventa nel campo avversario un ‘drittone’ incrociato dei suoi che chiama Djokovic agli straordinari. Il serbo ci arriva a malapena in spaccata ma rispedisce al mittente la pallina, la sensazione però è che ormai sia a un passo dal perdere il punto: o almeno così sembra.

All’ennesimo dritto del russo il numero 1 del mondo sferra l’ultimo colpo in allungo, stavolta un rovescio, che taglia diagonalmente il campo e coglie impreparato Rublev. Quello che sembrava essere un vantaggio per Andrey si trasforma in vantaggio per Nole, che conquisterà poi il punto successivo e quindi il break.