Novak Djokovic aiuta ad asciugare la terra battuta del Roland Garros

Il serbo era impegnato nel suo match di terzo turno contro Daniel Galan


by   |  LETTURE 1785

Novak Djokovic aiuta ad asciugare la terra battuta del Roland Garros

Dopo le convincenti vittorie su Mikael Ymer e Ricardas Berankis, il numero uno del mondo Novak Djokovic ha sconfitto per 6-0 6-3 6-2 il colombiano Daniel Elahni Galan, proveniente dalle qualificazioni. Nole, che fino ad oggi ha concesso solo quindici game nell’intero torneo, se la vedrà nel prossimo turno col russo Karen Khachanov.

Il simpatico siparietto nella partita contro Galan

Novak non ha certo avuto problemi a sconfiggere il giovane tennista colombiano, che prima di questo Roland Garros non aveva mai superato il primo turno in un torneo del Grand Slam.

In ogni caso, il campione di Belgrado ha deciso di dare il suo piccolo contributo quando, nel corso del secondo set, la tardiva chiusura del tetto ha permesso alla pioggia battente di danneggiare fortemente la porzione di campo occupata da Galan, col serio rischio di farlo scivolare.

Djokovic ha quindi preso la scopa da uno dei manutentori del Philippe Chatrier ed insieme a lui si è occupato di pareggiare la terra battuta, così da tornare ad assicurare una buona superficie di gioco. Un gesto di pura gentilezza da parte del serbo, che a più riprese aveva già invocato la sospensione del gioco al giudice di sedia.

I precedenti tra Nole e Khachanov recitano 3-1 in favore di Djokovic, col russo che ha vinto la sua unica sfida due anni fa nella finale del Masters 1000 di Parigi-Bercy. Novak cerca il riscatto dopo l’esclusione dagli ultimi Us Open, squalificato per aver involontariamente colpito una giudice di linea con la palla.

Oltre a Rafael Nadal, il terzo favorito per la vittoria del titolo non può che essere l’austriaco Dominic Thiem, già due volte finalista a Parigi e fresco campione di Flushing Meadows. Lo svizzero Roger Federer ha nel frattempo confermato la sua partecipazione ai prossimi Australian Open, dopo dodici lunghi mesi trascorsi lontano dal campo per la riabilitazione dai due interventi al ginocchio.