Jannik Sinner maestro Zen: la reazione al set perso contro Novak Djokovic

Lo sfogo dell'azzurro dopo il terzo set vinto dal serbo


by GENNARO DI GIOVANNI

Jannik Sinner maestro Zen: la reazione al set perso contro Novak Djokovic
© Fair use twitter

Jannik Sinner ha compiuto questa mattina un’impresa senza precedenti per il tennis italiano. Mai nessuno era stato capace di raggiungere la finale agli Australian Open. Un passo importantissimo per la carriera dell’azzurro, che si fa sempre più spazio tra i giganti della nostra storia.

Domenica si giocherà la partita più importante della sua carriera, ma quella giocata questa mattina contro il fuoriclasse serbo è già storia. Nessuno era stato infatti in grado di batterlo negli ultimi 33 confronti.

Una eternità. Ben 2195 giorni dopo quella sconfitta contro il coreano Hyeon Chung , è arrivato Sinner a rovistare i piani del 24 volte campione slam.

La calma è la virtù dei forti

Il match giocato dall’altoatesino è stato di grande personalità e forza fin dalle prime battute.

I primi due set sono scivolati via in appena un’ora, con un’inaspettata facilità. Nel terzo set è arrivata la reazione, forse tardiva di Djokovic, che pur non essendo riuscito ad impensierire praticamente mai Jannik al servizio, è riuscito a portarlo al tie break, dove ha fatto prevalere tutta la sua esperienza.

Un momento che avrebbe spaventato qualsiasi tennista, mettendogli pressione e paura per una eventuale rimonta del campione balcanico. Sinner ha invece mantenuto un aplomb assolutamente invidiabile, lasciandosi andare solo ad una piccola reazione.

Il numero quattro del mondo ha infatti sfogato la sua frustrazione lanciando la sua borraccia. Una reazione assolutamente contenuta che gli ha permesso di mantenere la calma nel set successivo, che ha portato a casa con grande freddezza.

Jannik Sinner Novak Djokovic