Tsitsipas sfiora un raccattapalle e rischia la squalifica: il brutto gesto del greco

Il greco ha rischiato la squalifica dopo aver tirato la palla verso il telone


by   |  LETTURE 6539

Tsitsipas sfiora un raccattapalle e rischia la squalifica: il brutto gesto del greco

Stefanos Tsitsipas ha raggiunto per la quarta volta in carriera, la terza consecutiva, le semifinali agli Australian Open. Il tennista greco si è liberato in tre set di Jiri Lehecka ed è stato bravo a gestire nel migliore dei modi i momenti più importanti della partita.

Sia nel secondo che nel terzo set, Tsitsipas ha annullato un cospicuo numero di palle break affidandosi al servizio e allontanando ogni spiraglio di rimonta.

Tsitsipas rischia di colpire un raccattapalle e di essere squalificato

Come già capitato durante la scorsa edizione di Wimbledon, il greco ha rischiato di perdere il match a causa di una squalifica.

Nel terzo parziale, sul punteggio di 4-3 15:30 ha permesso al suo rivale di incidere con il dritto a causa di una brutta risposta e ha sfogato la sua frustrazione gettando la palla sul telone presente a bordo campo. Tsitsipas ha sfiorato un giovane raccattapalle già pronto a recuperare la palla.

Il greco non ha fatto una piega e non ha controllato la direzione del suo colpo. Impossibile dimenticare dopo ogni episodio di tale portata la squalifica che ha impedito a Novak Djokovic di continuare la sua avventura agli US Open 2020.

In conferenza stampa, Tsitsipas è stato interrogato sull’accaduto e ha spiegato: “Ho visto dove era posizionato il raccattapalle quando è arrivata la palla. Sono un tennista professionista. Ovviamente non ho mirato a lui.

Ho visto il muro e l’ho colpito. Il raccattapalle, ai miei occhi, era abbastanza lontano. Avrei dovuto sbagliare il colpo per centrarlo con la palla. Di certo non è bello nemmeno scagliare la palla contro il muro. Non credo di aver colpito troppo forte.

Ma non importa. Non sono felice di averlo fatto. Non avrei dovuto farlo. Era un momento difficile, non ho risposto bene. C’era un po’ di frustrazione, ma le cose accadano velocemente. Non ho lasciato che l’episodio mi influenzasse e sono andato avanti giocando un ottimo tennis.

Dovevo fare qualcosa di diverso” .

IL VIDEO