Atp Roma - L'ucraino Krutykh non stringe la mano al russo Shevcenko: è polemica

Ecco il video del match point e cosa è successo nei pressi della rete

by Redazione
SHARE
Atp Roma - L'ucraino Krutykh non stringe la mano al russo Shevcenko: è polemica

È Ucraina contro Russia anche agli Internazionali Bnl d'Italia di Roma, che non è stata risparmiata da episodi che hanno fatto molto discutere il mondo dello sport nelle ultime settimane. Tutto è accaduto al termine del match valido per il primo turno delle qualificazioni per il tabellone principale, tra Alexander Shevchenko (in gran forma per gli ottimi risultati ottenuti a inizio stagione e ricordato dai tifosi azzurri per aver sconfitto Matteo Berrettini nel Challenger di Phoenix) e Oleksii Krutykh.

La partita sul campo in terra rossa del Foro Italico è stata conquistata dal russo per due set a zero col punteggio di 6-4, 6-2. A creare polemica è stato quanto successo dopo il match point: il giocatore russo si è avvicinato alla rete, così come l'atleta ucraino che però ha completamente ignorato il suo avversario e deciso di non stringergli la mano, dirigendosi direttamente al giudice di sedia per salutarlo.

Purtroppo non è il primo caso registrato in questa annata 2023: a dare inizio a questo gesto di non stringere la mano al tennista russo è stata l'ucraina Marta Kostyuk, che nel mese di marzo al Miami Open ha scelto di non salutare Anastasia Potapova per "lanciare un segnale molto forte".

L'azione è stata seguita da tutti gli altri connazionali, che ogni volta che incrociano un russo sul proprio cammino di un torneo decidono di non stringergli la mano. La situazione è sfuggita di mano e ha portato a una serie di contestazioni, dalle misure previste da Wimbledon per l'edizione 2023 al rapporto coi tennisti russi e bielorussi, con in primo piano le pesanti accuse della bielorussa Aryna Sabalenka.

Atp Roma
SHARE