Sinner-Bautista, che bordate: scambio fantastico

Rivediamo uno dei punti più belli di questo gran match


by   |  LETTURE 3918

Sinner-Bautista, che bordate: scambio fantastico

Jannik Sinner è un predestinato. Ormai tutti lo immaginavamo visto i recenti ottimi risultati, ma grazie alla straordinaria vittoria in rimonta su Roberto Bautista Agut, Sinner è a 19 anni e 7 mesi il primo Italiano nella storia a raggiungere la finale al Masters 1000 di Miami.

Come Agassi, come Djokovic e come Nadal, un NextGen in finale e con numeri straordinari. L'ultimo game di Jannik Sinner è incredibile, 4 vincenti che lasciano impietrito un ottimo Bautista Agut, tennista che meno di 48 ore fa aveva annichilito il numero due al mondo e testa di serie numero uno nel torneo Daniil Medvedev.

Emozionante anche il secondo set dove Sinner più volte in difficoltà reagisce colpo su colpo, situazione simile nel terzo set dove Jannik recupera un break e poi conquista la vittoria da grande giocatore ed appunto, da predestinato: