Quando il ghiaccio non c'è, meglio mettere una lattina fredda sul viso

Una donna viene centrata dallo smash di Giron e le viene data una lattina da poggiare nella parte colpita


by   |  LETTURE 2224

Quando il ghiaccio non c'è, meglio mettere una lattina fredda sul viso

Durante il match di quarti di finale del torneo ATP di Anversa, in Belgio, fra Alex De Minaur e Marc Giron, una donna del pubblico è stata colpita in viso dallo smash del giocatore americano. Nessuna conseguenza per fortuna, solo un po' di paura per la signora che non si era accorta che la palla andava in quella direzione.

Forse perchè intenta a gustarsi il suo bicchiere di prosecco, vino o champagne. Fatto sta che dopo la pallata, è stata "soccorsa" con una lattina , si presume fredda che la donna ha utilizzato per evitare che la parte colpita potesse gonfiarsi.

Insomma una strana alternativa al ghiaccio.

Ma la domanda sorge spontanea, possibile che in un torneo ATP non ci sia qualcosa di meglio di una lattina per soccorrere uno spettatore dopo una pallata in viso?