Wta Dubai - Paolini nella storia: batte Kalinskaya e vince il primo 1000 in carriera

L'azzurra vince il Dubai Duty Free Tennis Championships

by Antonio Frappola
SHARE
Wta Dubai - Paolini nella storia: batte Kalinskaya e vince il primo 1000 in carriera
© Christopher Pike/Getty Images

Lo sguardo rivolto al suo allenatore Renzo Furlan - a cui deve tantissimo - le braccia al cielo in segno di vittoria e un’espressione quasi incredula: la reazione di Jasmine Paolini dopo aver conquistato per la prima volta in carriera un torneo WTA 1000 a Dubai racchiude parte di quella personalità che le ha permesso di emergere.

Quello sguardo un po’ sorpreso, però, dovrebbe lasciare spazio a una verità che vede ormai l’italiana lottare contro le migliori giocatrici del mondo senza timore. Paolini ha lavorato duramente per raggiungere questa dimensione e i numerosi sacrifici compiuti per ridurre il gap atletico con le altre tenniste sono stati ripagati con una intelligenza tattica e una voglia di incidere non seconde a nessuna.

Dopo i successi ottenuti da Flavia Pennetta a Indian Wells nel 2014 e Camila Giorgi a Montreal nel 2021, il tennis tricolore femminile può tornare a celebrare il trionfo di una propria esponente in un 1000: il sogno chiamato Paolini si è infatti trasformato definitivamente in realtà.

Wta Dubai - Jasmine Paolini fa la storia e vince il primo 1000 in carriera

La 28enne di Castelnuovo di Garfagnana aggiornerà ancora il suo best ranking, perché salirà alla quattordicesima posizione: solo Francesca Schiavone, Sara Errani, Pennetta, Roberta Vinci, Silvia Farina Elia e Raffaella Reggi hanno fatto meglio di lei tra le italiane.

Paolini ha superato l’ennesimo esame in finale vendicando la sconfitta subita agli Australian Open lo scorso 22 gennaio e battuto in rimonta la qualificata Anna Kalinskaya con il punteggio di 4-6, 7-5, 7-5. Entrambe hanno avvertito la tensione a causa della posta in palio e alternato momenti di estrema precisione ad errori banali ed evitabili.

Paolini non è partita benissimo e ha consegnato il break commettendo tre gratuiti con il dritto, l’ultimo terminato sotto rete. Kalinskaya ha restituito il favore qualche minuto più tardi e ha steccato con lo stesso fondamentale.

Anche il quinto e il sesto game sono stati caratterizzati da break e contro break, ma sul 4-4 Kalinskaya ha siglato quello decisivo trovando un eccezionale passante con il rovescio. Paolini ha perso in maniera immediata il servizio in apertura di secondo set: Kalinskaya ha colpito un’ottima risposta vincente con il rovescio.

La reazione dell’azzurra è arrivata sul 2-3, quando ha brekkato la rivela grazie a un fantastico rovescio lungolinea. Paolini ha deciso di essere più aggressiva e ha raccolto i frutti della sua scelta tattica nel dodicesimo game: quello che ha definitivamente riaperto la partita.

Tre break hanno dato il via alla terza frazione ed è stata Paolini ad arrendersi in due occasioni: la prima per un doloroso doppio fallo e la seconda per una pessima volée. Paolini è tornata a bussare alla porta della russa in risposta sul 3-4, ma il rovescio l'ha tradita sul più bello.

Kalinskaya ha gestito malissimo il game che avrebbe potuto scrivere la parola fine e giocato una brutta palla corta sulla chance di 5-5 offerta a Paolini. La tennista classe 1998 si è completamente spenta e ha regalato all'italiana un altro break.

SHARE