Coco Gauff non vuole fermarsi: "La mentalità è la cosa più importante"

L'americana sfiderà la polacca Frech negli ottavi di finale degli AO

by Nicola Penta
SHARE
Coco Gauff non vuole fermarsi: "La mentalità è la cosa più importante"
© Kelly Defina/Getty Images

Coco Gauff ha conquistato un posto agli ottavi di finale degli Australian Open superando con il punteggio di 6-0 6-2 la connazionale Alycia Parks. L’americana nei suoi 3 incontri non ha concesso set alle sue avversarie realizzando due bagel nel corso dei 6 set disputati dimostrando un altissimo livello di gioco.

Gauff parla della nuova mentalità acquisita

Gauff, in conferenza stampa, ha risposto alle domande dei media partendo dalla musica che ascolta prima di scendere in campo. “Prima di andare in campo, ascolto "Icon" di Jaden Smith.

Cerco di ascoltare un po' di musica rap energica per caricarmi di energia. A volte sono un po' nervoso prima delle partite, cosa che non ho fatto negli ultimi due turni.La musica è sempre stata un modo per calmare i miei nervi o aumentare la mia energia se mi sento un po' stanco, o calmare la mia energia” ha detto Gauff.

La nativa di Atlanta ha analizzato il match contro Parks affermando: “Il piano di gioco era solo rispondere al suo servizio. Ha un grande servizio. Se continua a lavorare, anche lei sarà al top della classifica.

Sì, non era proprio un grande piano di gioco..È stato difficile mettere in atto qualcosa. Stavo solo cercando di fare quello che faccio contro tutti gli altri: tenere la palla in profondità, aprire il campo, provare a muoverla il più possibile.

Non penso che abbia giocato il suo miglior tennis oggi. So che, quando è al suo meglio, è una giocatrice difficile da affrontare. La conosco solo come persona, ha una mentalità simile alla mia, ha molti grandi obiettivi e si aspetta molto da sé stessa.

Sento che non sarebbe stata nervosa in quel momento. Non penso nemmeno che lo fosse. Penso che oggi semplicemente non fosse la sua giornata. Ma sì, non era nella mia mentalità prima della partita”.
Gauff ha concluso sottolineando il cambio di mentalità avuto e l’influenza del fratello Codey: “Sì, penso che la cosa più importante di cui parlo con Codey è la mentalità dello sport.

Il tennis è quello sport in cui devi guidare te stesso, non gli altri. Codey mi ha detto: fai finta di dover vincere tre set invece di due. Se metti la tua mentalità al massimo, allora sembra più facile, immagino, in un certo senso.

Me lo ha detto un anno fa. Mi è sempre rimasto impresso questo perché, ad esempio, penso che agli Open di Francia mi sentivo come se fossimo così vicini, e sono diventata tesa. Agli US Open sembrava così lontano dal primo punto della partita, letteralmente fino alla fine del match point.

Perché anche se avevo ancora una partita da vincere, mi dicevo: okay, hai tutta un'altra partita da vincere. Penso che ingannare la tua mente rilassi il corpo perché la tua mente controlla il tuo corpo. Devi ingannare un po' la tua mente”.


Coco Gauff
SHARE