L'allenatore di Iga Swiatek torna a parlare delle WTA Finals: "È stato imbarazzante"



by NICOLA PENTA

L'allenatore di Iga Swiatek torna a parlare delle WTA Finals: "È stato imbarazzante"
© Matthew Stockman/Getty Images

Le polemiche riguardo le WTA Finals 2023 non si placano a distanza di settimane. Il torneo conclusivo che ha visto trionfare Iga Swiatek senza cedere set nel corso dei 5 incontri disputati è stato oggetto di discussione in merito alle avverse condizioni meteo a Cancun (Messico) durante il corso del torneo e l’organizzazione inadatta a sostenere l’importante evento WTA.

Swiatek con la vittoria delle WTA Finals è tornata al numero 1 del mondo scavalcando Aryna Sabalenka e chiudendo l’anno in vetta al ranking.

Anche Tomasz Wiktorowski si schiera contro la WTA

Durante una chiacchierata tenuta con il quotidiano polacco Rzeczpospolita il coach di Iga Swiatek, il nativo di Varsavia Tomasz Wiktorowski ha definito la WTA imbarazzante per la gestione delle Finals tenute in Messico affermando: “Dal punto di vista turistico vedo un grande potenziale in questo posto.

E forse un giorno andrò in Messico per conoscere meglio la storia di questa civiltà. Tuttavia, spero di non dover mai più volare lì per motivi di lavoro o di tennis. È stato imbarazzante in termini di processo decisionale e di organizzazione del torneo”.


L’attuale coach della numero 1 del mondo ha continuato incitando le giocatrici WTA ad unirsi per far fronte comune in merito alle decisioni dell’organizzazione di tennis femminile. “Sono molto deluso dal modo in cui la WTA ha funzionato di recente e sto iniziando a credere che i tennisti dovrebbero unirsi per parlare delle questioni più importanti per loro con una sola voce”.

Ha dichiarato il nativo di Varsavia. Infine, ha concluso sottolineando la tendenza negativa dei massimi esponenti della WTA negli ultimi anni dichiarando: “10 anni fa, ho avuto fiducia nella WTA e sono rimasto colpito da come crea le condizioni affinché i tennisti possano svilupparsi, lavorare e persino funzionare dopo la fine della loro carriera.

Al momento, sembra che la WTA sia un'organizzazione che lotta per sopravvivere e gestito in un modo che non è del tutto favorevole ai giocatori”. La tennista polacca sarà impegnata nella parte finale del mese di dicembre nella World Tennis League (esibizione a squadre che si terrà a Dubai,ndr.) nel team Hawks insieme al connazionale Hubert Hurkacz, la francese Caroline Garcia e il norvegese Casper Ruud prima di iniziare la stagione WTA in Australia.

Iga Swiatek