La Ptpa di Novak Djokovic attacca la Wta: "Ha gettato ombre sullo sport femminile"

Duro attacco dell'associazione co-fondata da Novak Djokovic e Vasek Pospisil

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
La Ptpa di Novak Djokovic attacca la Wta: "Ha gettato ombre sullo sport femminile"
© Clive Brunskill/Getty Images

L’edizione delle Wta Finals 2023 è stata un vero e proprio flop. L’organizzazione del torneo tra le 8 migliori tenniste della stagione, vinto con merito da Iga Swiatek, ha lasciato molto a desiderare ed ha attirato molte critiche.

Giocatrici come Aryna Sabalenka, Swiatek, Elena Rybakina hanno lamentato un’organizzazione che ha messo in luce molte falle. La sede del torneo (Cancun) è stata decisa con colpevole ritardo e i lavori per la costruzione dell’impianto che ospita le partite hanno trovato il loro epilogo a poche ore dall’inizio del torneo.

Ma non è finita qui. Le condizioni metereologiche avverse (forte vento e pioggia), hanno creato spesso diversi disagi alle tenniste, che hanno visto anche rimandare per le condizioni proibitive del campo il loro incontro.

Chiamato a dare una risposta, è poi intervenuto anche l’amministratore delegato della WTA, Steve Simon, che se ne è assunto le colpe: “È chiaro che non siete soddisfatti della decisione di essere qui a Cancun.

Lo capisco e siete stati ascoltati. Come vi ho detto, non ci aspettavamo di essere qui e la decisione di questa location si è basata su una serie di fattori complicati. Non è un evento perfetto, capiamo che le condizioni sono difficili e la WTA se ne assume ovviamente la responsabilità”.

Interviene anche la PTPA di Djokovic

Dopo qualche giorno è intervenuto sulla questione anche la PTPA (Professional Tennis Players Association), co-fondata da Novak Djokovic e Vasek Pospisil, che ha mandato un chiaro messaggio alla Wta: “Le finali WTA appena concluse non solo hanno deluso giocatori e fan, ma hanno anche gettato un'ombra sul tennis e sullo sport femminile in generale.

La scorsa settimana, il PTPA ha scelto di rimanere in silenzio per rispetto delle giocatrici che hanno lavorato duramente per un anno per raggiungere questo risultato e per gli organizzatori locali che sono stati ingiustamente intrappolati in una situazione impossibile.

Ora che l'evento è alle spalle, chiediamo alla WTA di commissionare un rapporto indipendente e di terze parti che esamini le numerose e clamorose mancanze che si sono verificate negli ultimi mesi".

Novak Djokovic Vasek Pospisil
SHARE