WTA Finals, cresce la preoccupazione: le condizioni in cui versa la sede del torneo

Il torneo conclusivo della stagione WTA prenderà il via Domenica 29 ottobre

by Nicola Penta
SHARE
WTA Finals, cresce la preoccupazione: le condizioni in cui versa la sede del torneo
© Lintao Zhang/Getty Images

La stagione femminile 2023 del circuito WTA si concluderà con le WTA Finals di Cancun (Messico) in cui a sfidarsi saranno la numero 1 del mondo Aryna Sabalenka, la polacca e campionessa del Roland Garros Iga Swiatek, la campionessa degli US Open Coco Gauff, la kazaka e finalista agli AO Elena Rybakina, l’americana Jessica Pegula, la campionessa di Wimbledon Marketa Vondroušová e la greca Maria Sakkari (che sostituisce la ceca Karolina Muchpvà ritirata per un problema al polso, ndr.).

La situazione attuale della sede delle WTA Finals 2023

A soli quattro giorni dall’inizio del torneo (che prenderà il via il 29 ottobre) la struttura però non è ancora ultimata come dimostrato da un tweet condiviso dal giornalista polacco Mateusz Wasiewski ; dal tweet condiviso sul proprio account, il giornalista sottolinea come il ritardo della WTA nel decidere la sede abbia avuto un’influenza decisiva per questa situazione di disagio in quel di Cancun e che quindi gli organizzatori si sono trovati in una situazione inaspettata .

Ricordiamo che, ancora una volta, una città messicana ha salvato il corretto svolgimento delle WTA Finals (nel 2021 si tennero a Guadalajara,ndr.) ; dal prossimo anno la competizione si terrà in Arabia Saudita dopo un importante accordo raggiunto dalla WTA.

Il giornalista ha sottolineato come gli organizzatori si stiano impegnando al massimo per consentire la buona riuscita del torneo detenuto dalla francese Caroline Garcia; inoltre ha caricato il video delle tribune dell’arena che attualmente sono costituite soltanto da una serie di tubi e ciò ha portato ad un’importante preoccupazione per lo svolgimento del torneo di fine anno.

La scelta della sede,inoltre, ha causato malumori da parte delle tenniste impegnate sia in singolare che in doppio ; ciò è dovuto al lungo viaggio per arrivare in Messico e la presenza la settimana dopo delle Finals della Billie Jean King Cup nel continente europeo che comporta un viaggio di ritorno al quanto lungo per le tenniste impegnate .

SHARE