Sabalenka polemica a fine match: "Capisco il pubblico e Alcaraz ma..."

La tennista bielorussa ha parlato di questo e tanto altro nel corso della conferenza

by Mario Tramo
SHARE
Sabalenka polemica a fine match: "Capisco il pubblico e Alcaraz ma..."

La numero due al mondo Aryna Sabalenka ha ottenuto il pass per le semifinali del Wta di Cincinnati, torneo che sta regalando numerose emozioni. È sempre più accesa la lotta per il numero uno e sia Iga che Aryna sono in lizza per finire al primo posto a fine anno.

Nella notte la bielorussa ha piegato in due set un avversario piuttosto insidioso come la tunisina Ons Jabeur, sconfitta con il risultato di 7-5;6-3. Amarezza per la tennista sconfitta, tra l'altro anche infortunata e con le condizioni da valutare in vista degli Us Open.

In questa parte finale del torneo Iga ha la possibilità di aumentare il vantaggio mentre Aryna ha la chance di avvicinare invece la prima posizione nel ranking. In conferenza stampa la numero due al mondo ha trattato di tanti temi: "Sono molto felice di aver raggiunto la semifinale e aver ottenuto una vittoria così importante.

Allo stesso tempo sono triste per Ons, spero si riprenda il prima possibile e sia pronta a rientrare per gli Us Open. Nel secondo set ho iniziato a servire anche meglio, poi sul 3-1 per Ons ha avuto un problema, non ho neanche capito quale fosse ma era evidente.

Talvolta qualcuno parla di queste mosse come un modo per distrarre avversario ma effettivamente Ons non si muoveva più bene e la cosa era abbastanza evidente. In pratica il match è finito prima. Come è andato il primo set? Ero un po' fuori ritmo, i campi qui non favoriscono molto chi ha un buon servizio e ognuno di noi trova difficoltà nel mantenere il suo servizio.

Sono stata tutto il match a cercare la mia prima, nel finale le cose sono andate meglio e spero che in semifinale riesca a mantenere un buon ritmo. Le differenze rispetto a Montreal? Molti tennisti hanno parlato di difficoltà e alla fine rispetto al Canada sono due superfici totalmente diverse.

Montreal è super veloce, qui no e la pallina rimbalza molto più in alto. Ci vuole tempo per adattarsi soprattutto se a Montreal sei arrivato fino in fondo. La situazione per le semifinali? Tutti si lamentavano del programma a Montreal ed anche qui sta accadendo la stessa cosa.

Capisco che le persone vogliono vedere Alcaraz ma mi hanno messa come ultimo match ed ho finito molto tardi, dimenticano che anche io ho un match domani. Questa è la cosa principale che mi ha preoccupato. Muchova? A Parigi abbiamo avuto una grande battaglia e non vedo l'ora di riaffrontarla nuovamente". Photo Credit: Getty Images

Alcaraz
SHARE