Navratilova sconcertata dalla mancanza di professionalità di Toth: "Patetica"



by GENNARO DI GIOVANNI

Navratilova sconcertata dalla mancanza di professionalità di Toth: "Patetica"
Navratilova sconcertata dalla mancanza di professionalità di Toth: "Patetica"

Quanto accaduto qualche giorno fa nel corso del match nel torneo Wta 250 di Budapest, tra la giocatrice di casa Kiara Toth e Shuai Zhang, ha fatto parecchio clamore, generando tanti commenti. Sul 5-5 un colpo della tennista cinese è stato giudicato 'out', nonostante avesse toccato la riga esterna.

Toth si è avvicinata al segno e ha deciso di cancellarlo per evitare contestazioni o un controllo più approfondito da parte dell'arbitro.La scena non è piaciuta alla sua avversaria, che ha iniziato a protestare per l'azione antisportiva.

A nulla è valso il richiamo di Zhang, che tra i fischi del pubblico di casa, ha dovuto accettare a malincuore il torto subito. L’esperta 34enne, nel cambio di campo è scoppiata in lacrime, annunciando il ritiro.

L'episodio tra Zhang e Toth continua a generare discussioni

Nelle ore successive all’accaduto tanti sono stati i commenti di vicinanza alla tennista cinese. In molti si sono scagliati contro Toth e l’arbitro, che non ha saputo gestire la situazione, che è poi degenerata.

L’ultimo è dell’ex leggenda Martina Navratilova che ha voluto commentare l'episodio: "Patetica da ogni punto di vista: l'arbitro non è adatto a dirigere partite su terra battuta e Toth è un pessima sportiva", ha affermato l'ex numero uno statunitense.

In conferenza stampa la tennista ungherese, ha poi capito il suo errore e si è scusata con la collega: “Dopo la partita, vedendo le immagini della mia esultanza, ho capito tutto. La verità è che rimpiango quello che ho fatto, però ammetto che le emozioni mi hanno sopraffatto e anche tutta la foga del match mi ha completamente dominato in quel momento.

Spero che in futuro avrò l'opportunità di sedermi e parlare con Shuai per dirle quanto mi sono sentita male per aver chiuso così l'incontro”, ha concluso, visibilmente pentita. Photo Credit: getty images