Cirstea, rivelazioni choc: "Mi dissero meglio bella e in top 20 che brutta e prima"



by   |  LETTURE 4532

Cirstea, rivelazioni choc: "Mi dissero meglio bella e in top 20 che brutta e prima"

Sorana Cirstea in questa stagione ha ottenuto tutto sommato dei buoni risultati che l’hanno permessa di essere puntualmente presente nella top 40 del ranking mondiale femminile, più precisamente alla posizione numero 38.

La tennista rumena classe 1990, che in carriera vanta due titoli Wta, di cui il primo vinto nel 2008 a Tashkent in Uzbekistan e l’ultimo nel 2021 in quel di Istanbul, in una recente intervista ha rilasciato dichiarazioni piuttosto importanti e sconvolgenti.

La rumena ha parlato in un podcast dal titolo "La fileu”. In qusto programma si è soffermata soprattutto a parlare di come aspetti apparentemente esterni dal tennis, ovvero il marketing, possano avere invece un’influenza importante.

La carriera della tennista nativa di Bucarest esplose improvvisamente nel 2008 quando, ad appena 18 anni, vinse il suo primo titolo Wta che seguì poi l'anno dopo la conquista del suo primo ed unico quarto di finale in uno slam al Roland Garros.

Il marketing e l'influenza che ha sul tennis

L’anno prima Cirstea aveva firmato un contratto con l’Adidas e da lì cominciò ad intuire quanto il mondo del marketing potesse influenzare il gioco del tennis.

La tennista, infatti, in questa intervista ha parlato di quanto sia stata più considerata per l’aspetto fisico che per quello tecnico e l’ha fatto utilizzando parole forti ma chiare ricordando di quello che gli dissero i dirigenti prima della firma sul contratto: "Meglio essere belli e tra i primi 20 che brutti ed essere al numero 1"

Una dichiarazione sicuramente forte che dovrebbe avere poco a che vedere con lo sport "Se sei tra i primi 20 ti vedono ovunque, sei lì 24 ore al giorno sulla scena, sette giorni alla settimana, ogni settimana, ogni torneo" -prosegue Cirstea ricordando le parole che gli dissero quattordici anni fa- "E allora che ti rendi conto che tutto riguarda il marketing.

Per questo le stelle più pagate sono americane, cinesi o giapponesi, come Naomi Osaka che negli ultimi anni è stata l'atleta più pagata in tutti gli sport" ha concluso Sorana Cirstea.