Wta Cluj - La favola Paolini finisce in finale. Blinkova vince il titolo

Finisce in finale la favola di Jasmine Paolini, che rimedia solamente a metà a un set e un break di svantaggio contro Anna Blinkova. Primo titolo in carriera per la russa

by Perri Giorgio
SHARE
Wta Cluj - La favola Paolini finisce in finale. Blinkova vince il titolo

La straorinaria avventura di Jasmine Paolini nel 'Transylvania Open' di Cluj trova una conclusione solamente in finale. Qualche recriminazione per la tennista azzurra, che dopo il 2-0 ai danni dell'Ucraina (Kostyuk e Yastremska) il successo contro Niemerer e quello contro Wang in semifinale, cede in tre set ad Anna Blinkova a un passo dal titolo.

Qualche recriminazione in realtà perché la tennista azzurra recupera un set e un break di svantaggio e pare avere più benzina nel serbatoio nel rush finale. Proprio nel finale, invece, si spegne e non trova armi sufficiente per rimanere agganciata al punteggio.

Finisce 6-3 2-6 6-3 dopo poco meno di due ore di gioco: primo titolo nel circuito maggiore per la russa, che recupera quasi sessanta posizioni nel ranking e si accomoda sul gradino numero 80.

Paolini recupera un set e un break di svantaggio: alla fine trionfa comunque Blinkova

Scarsa la resa della prima palla nel corso del primo set per la tennista toscana.

Costretta sempre a inseguire e soprattutto a subire le accelerazioni della tennista russa, che tiene saldamente il controllo degli scambi e vince soprattutto il braccio di ferro sulla diagonale sinistra. La russa con un parzialotto di 16-4 dal 2-2 - condito ovviamente da due break - mette la testa avanti e anche se si ritrova a inseguire nel secondo, ancora una volta mette la testa avanti con due turni di risposta praticamente poveri di sbavature.

A un passo dal baratro, Paolini apporta però delle migliore al piano tattico, rientra immediatamente in carreggiata - sfruttando due doppi falli consecutivi della russa - ma soprattutto restituisce il mega-parziale di 4-0 dopo aver annullato una palla per il 4-4 e pareggia i conti.

La sensazione è quella che Paolini abbia più armi a disposizione e soprattutto più benzina nel serbatoio nel finale. Blinkova, che si affida quasi esclusivamente al servizio e ai primi due colpi nel corso degli scambi, recupera da una complicatissima situazione di 15-30 in avvio e fa la stessa cosa anche nel turno di battuta successivo.

Invece è Paolini a staccare prima il piede dall'acceleratore e a rimanere vittima di qualche errore di troppo. Dopo aver lasciato il servizio per strada sul 2-3, la tennista azzurra non fa infatti più in tempo a rimarginare il gap e a rimettersi in carreggiata. Alla seconda opportunità utile, Blinkova chiude infatti la pratica. Photo Credit: Getty Images

Jasmine Paolini Anna Blinkova
SHARE