Wta Parma - Derby Cocciaretto-Paolini al 2° turno. Prima storica volta per Paoletti

Si chiude con tre vittorie e due sconfitte il day-2 per il tennis azzurro a Parma. Al secondo turno un derby, splende Paoletti, cadono Bronzetti e Trevisan

by Perri Giorgio
SHARE
Wta Parma - Derby Cocciaretto-Paolini al 2° turno. Prima storica volta per Paoletti

Tre vittorie e due sconfitte. Questo il bilancio per il tennis azzurro nel day-2 del Wta '250' di Parma per il carrozzone azzurro dopo la sconfitta di Sara Errani contro Lauren Davis. Al secondo turno il derby tra Elisabetta Cocciaretto e Jasmine Paolini, prima storica volta nel circuito maggiore per Matilde Paoletti che si regala un secondo turno di lusso con Irina Camelia Begu, numero tre del seeding.

Ancora una delusione in Italia per Martina Trevisan, che dopo il forfait forzato da Palermo - dove avrebbe ricoperto la prima piazza del tabellone - resiste solamente un set contro Sara Sorribes Tormo all'esordio a Parma.

Si parte con la sconfitta di Lucia Bronzetti ai danni della belga Zanevska, che sigilla il successo sul 6-3 6-2 senza particolari difficoltà. Manco a dirlo vince tre dei cinque game totali li aggancia in risposta. Durano parallelamente un set le difficoltà di Elisabetta Cocciaretto, che spezza gli equilibri ai piedi del jeu decisif e lasca appena un game per strada nel secondo set contro la spagnola Parrizas-Dias.

Emblematico il 7-5 6-1 che matura dopo poco più di novanta minuti di gioco. Al secondo turno il derby con Jasmine Paolini. La tennista toscana fa la voce grossa contro una giocatrice capace di raggiungere i quarti di finale a Wimbledon, Jiulia Neimeier, con una prestazione praticamente perfetta.

Anche se nel primo set rimedia solamente in parte a un break di svantaggio (in due occasioni) prima di spegnersi sul 5-5. La tennista azzurra, che elimina completamente dal progetto tattico gli errori non forzati e che prende il controllo della situazione da fondocampo, costringe la tedesca a una partita assolutamente fuori dalla comfort zone e rispetto al primo set, sotto di un break in due casi, non sfrutta immediatamente il 4-2 a disposizione, ma con un turno di risposta praticamente perfetto nel decimimo game ripristina la parità.

Del tutto circostanziale il deciding set, con la tedesca che scivola sotto 0-3 e che smuove lo zero dalla casella dei game due volte. Solamente una volta, però, non annulla palla break. Finisce 5-7 6-4 6-2. Reduce dalla finale a Verbier e dalla semifinale a Bari, entrambe nel circuito maggiore, Matilde Paoletti - premiata dagli organizzatori con una wild card - mette il punto esclamativo su un periodo di forma straordinario e vince la prima partita 'tra le grandi' alla seconda opportunità utile.

Contro la lucky loser Gabriella Lee, recupera uno svantaggio di 0-3 nel primo set, controlla un buco nel secondo set e dilaga completamente nel terzo fissando il successo sul 6-4 3-6 6-0. Ad attenderla la sfida con la numero tre del seeding Irina Camelia Begu.

Niente da fare per Martina Trevisan nella parte finale di giornata. Nella sfida che chiude il programma del day-1, la tennista azzurra si spegne ai piedi del tie break e vince solamente undici dei trentotto punti a disposizione nel secondo. Il 7-5 6-0 finale è praticamente conseguenza logica.

SHARE