Iga Swiatek e quel dato impressionante sulle finali disputate in carriera



by   |  LETTURE 2668

Iga Swiatek e quel dato impressionante sulle finali disputate in carriera

Una piccola battuta d’arresto dopo la vittoria del Roland Garros ─ dovuta anche a problemi fisici ─ e Iga Swiatek è tornata a dettare legge nel circuito WTA. La numero 1 del mondo si è presa una ‘pausa’ a Wimbledon, dov’è uscita al terzo turno battuta da Alizé Cornet, ma ha rimesso mano alla prima occasione utile per quanto riguarda gli Slam.

La polacca, infatti, si giocherà il titolo agli US Open contro la giocatrice che, da lunedì, sarà ufficialmente la numero 2 del ranking, ossia Ons Jabeur (che ha battuto Caroline Garcia in semifinale).

È l’undicesima volta che Iga Swiatek centra l’ultimo atto di un torneo in carriera, e il suo rendimento nelle finali è a dir poco impressionante: fin qui, la giovanissima campionessa di Varsavia ha perso una sola volta, nella sua prima finale in assoluto a Lugano nel 2019 (per opera di Polona Hercog).

Ancora più straordinario è il bottino ottenuto, invece, nelle restanti nove, dove non solo ha sempre prevalso, ma non ha mai perso un set.

Swiatek: “Tutto più facile per me rispetto al passato”

Il cemento non è propriamente la superficie preferita da Iga Swiatek e lo ha dimostrato prima a Toronto e poi a Cincinnati, dove il suo percorso si è fermato in entrambi i casi agli ottavi di finale.

Al momento di alzare il livello, però, la polacca ha risposto presente, guadagnandosi la possibilità di vincere gli US Open per la prima volta in carriera. Una finale, quella dello Slam americano, raggiunta non senza fatica da Swiatek, che per superare la sua avversaria in semifinale, Aryna Sabalenka, ha dovuto rimontare dopo aver perso il primo set.

“Tra il primo ed il secondo set ho sentito incredibili differenze. Sono felice di aver alzato il mio livello, soprattutto per quel che riguarda le energie. La mia avversaria mi ha reso le cose molto difficili, è stata molto brava nel servizio e soprattutto nel terzo set è stato difficilissimo rientrare.

Ho cercato di dimenticare tutto il resto e fare il massimo, è andata bene”, ha dichiarato Iga Swiatek, che a questo punto della sua carriera sente di saper affrontare più facilmente i momenti difficili: “Spesso le emozioni prendevano il sopravvento su di me, entravo davvero nel panico quando ero sotto con il punteggio.

Ormai invece è più facile per me cambiare rispetto al passato, sento di avere tutte le capacità per fare ciò. Ad alto livello questo è una cosa fondamentale” . Infine, un parere sulla sua rivale in finale, Ons Jabeur: “È una tennista molto solida ed attualmente è la numero due al mondo.

Ha fatto finale anche a Wimbledon anche se non ha ottenuto punti. Ha uno stile diverso dalle altre ed è un'avversaria davvero ostica” . Photo Credit: Getty Images 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI