Lo 'sprofondo rosso' di Emma Raducanu: sconfitta fatale per la giovane tennista

Dal titolo del 2021 all’eliminazione al primo turno. Il tutto a New York, e in meno di un anno per Emma Raducanu, destinata a perdere più di duemila punti nella classifica WTA

by Alessandro Maggi
SHARE
Lo 'sprofondo rosso' di Emma Raducanu: sconfitta fatale per la giovane tennista

Dal titolo del 2021 all’eliminazione al primo turno. Il tutto a New York, e in meno di un anno per Emma Raducanu, destinata a perdere più di duemila punti nella classifica WTA. Uno “sprofondo rosso” di 69 posizioni sino alla numero 80 del momento per la giovane tennista britannica.

Un 2022 complicato per Emma Raducanu

Il doppio 6-3 incassato nella notte dalla veterana francese Alize Cornet è costato carissimo a Emma Raducanu. La classe 2002 britannica perde 2.030 punti in classifica WTA, precipitando dall’undicesima posizione alla numero 80 secondo gli ultimi aggiornamenti.

Dal trionfo dell’11 settembre 2021 con Leylah Fernandez, ad un match in cui la Raducanu non ha mai preso le redini del match: «ho faticato a trovare i miei colpi ed il ritmo al match. Ho faticato ad adattarmi al vento, anche se voglio ribadire che entrambe avevamo questo problema, lei semplicemente è stata più brava ad adattarsi» il suo commento a fine gara.

Questo, di fatto, è solo l’ultimo capitolo di un 2022 “sotto tono” per lei. Fuori al secondo turno nei tre Slam precedenti, i migliori risultati sono arrivati con i quarti di finale al 500 di Stoccarda (4-6, 4-6 con la Swiatek) e al 250 di Washington DC (6-7, 1-6 con la Samsonova).

Il tutto per un record complessivo di 13 vittorie e 16 sconfitte, numeri certamente non da top 10, posizione toccata nel Ranking lo scorso 11 luglio 2022 dopo essere arrivata a New York nel 2021 da 150. Da qui la precisa presa di responsabilità in sala stampa: «A questo punto però ora penso che voglio ricominciare, un nuovo risveglio.

Per me la cosa più importante ora è la costanza, giocare con continuità in queste settimane e in allenamento, alla fine si perde un match e si torna in campo poco dopo». La Raducanu ha posto soprattutto l'accento sul suo gioco a rete, un fondamentale su cui ancora non è riuscita ad ottenere passi in avanti sensibili.

Dalle "stelle" alle "stalle", la britannica ha comunque dalla sua la giovane età. Il suo percorso, di fatto, è solo agli inizi.

Emma Raducanu
SHARE