Stan Wawrinka commenta il ritiro di Serena Williams



by   |  LETTURE 3669

Stan Wawrinka commenta il ritiro di Serena Williams

Attraverso un articolo pubblicato su ‘Vogue’, Serena Williams ha annunciato il suo imminente ritiro dal tennis. La leggenda americana, che ha vinto il suo primo Major nel lontano 1999, vuole trascorrere più tempo con la sua famiglia e concentrarsi su altri progetti.

Pur non avendo indicato una data precisa, l’ex numero 1 WTA ha lasciato intendere che lo US Open 2022 sarà il suo ultimo torneo da professionista. A meno di un clamoroso colpo di coda a New York, la Williams non riuscirà ad eguagliare il record di 24 Slam di Margaret Court.

Serena ha giocato pochissimo nelle ultime due stagioni ed è parsa molto lontana dai fasti di un tempo. “Non è mai facile lasciare qualcosa che si ama alla follia. Adoro il tennis, ma è arrivato il momento di prendere una direzione diversa.

Mi godrò queste ultime settimane in campo e poi inizierà un nuovo capitolo della mia vita” – ha scritto la 23 volte campionessa Slam su Instagram. In conferenza stampa durante il torneo di Cincinnati, è stato chiesto a Stan Wawrinka di commentare la notizia del ritiro di Serena.

Wawrinka rende omaggio a Serena

“Penso che Serena Williams sia stata un’ambasciatrice perfetta per il tennis, avendo contribuito ad accrescere la popolarità del nostro sport in giro per il mondo. Tutti gli amanti dello sport non possono far altro che renderle omaggio” – ha dichiarato Wawrinka.

“Sono sempre stato un suo grande fan e abbiamo condiviso alcuni momenti bellissimi. Sarà triste non vederla più nel circuito dopo gli US Open. Ricordo che nel 2015 abbiamo vinto entrambi il Roland Garros e ci siamo divertiti un sacco quella sera” – ha chiosato Stan.

Anche Greg Rusedski ha speso bellissime parole per Serena: “Per quanto faccia male, capisco la sua decisione di ritirarsi. Il suo primo trionfo in uno Slam risale al 1999, sono trascorsi ben 23 anni. Non si può andare avanti all’infinito.

Sarebbe bellissimo se si ritirasse vincendo gli US Open come ha fatto Pete Sampras. Il pubblico la inciterà dal primo all’ultimo punto, mettendo le avversarie in una posizione scomoda”.