Wta Toronto - Favola Haddad Maia: sarà finale con Halep



by PERRI GIORGIO

Wta Toronto - Favola Haddad Maia: sarà finale con Halep

Aveva dominato la fetta di stagione sul verde prima di abbandonare anzitempo i Championships, quando contava davvero. Che potesse ripetersi anche alla viglia degli Us Open in palcoscenici decisamente più prestigiosi non sembrava poi così scontato.

Beatriz Haddad Maia invece si conferma e a Toronto raggiunge la finale-dei-sogni con Simona Halep. La tennista brasiliana, dopo aver annotato sul taccuino delle vittime Leylah Fernandez, la numero uno del mondo Iga Swiatek e la medaglia d'oro di Tokyo 2020 Belinda Bencic, si sbarazza anche della rediviva Karolina Pliskova, che parallelamente aveva raggiunto una sola semifinale nel circuito maggiore in una stagione piena zeppa di alti e bassi Insomma: la tennista brasiliana, che impiega poco meno di sessanta minuti di gioco per archiviare la pratica primo set, gestisce meglio i momenti clou, recupera un break di svantaggio ai piedi del terzo e alla fine del jeu decisif - anche se in realtà non sfrutta immediatamente il vantaggio a disposizione e spreca il primo match point che si ritrova sul piatto - chiude sul 6-4 7-6(5) alla soglia delle due ore di gioco e si garantisce la finale con Simona Halep (ovviamente la prima di categoria, ovviamente la più prestigiosa in carriera) già campionessa del torneo canadese nel 2016 e nel 2018 e in uno stato di forma incredibile.

A prescindere dal risultato finale 'Bia' toccherà quanto meno la posizione numero 16 del ranking: il successo le consentirebbe addirittura di puntare la Top 10 prima della tappa a Cincinanti nel Western&Southern Open.

Simona Halep si ritrova: caccia al terzo titolo in Canada, ko Pegula

La partnership con Mouratoglu pare aver ridato fiducia alla tennista rumena, che dopo la semifinale a Wimbledon e lo scivolone al secondo turno a Washington raggiunge quanto meno la finale a Toronto.

Halep recupera un set di svantaggio a Jessica Pegula, giocatrice assai attrezzato sul cemento nordamericano, chiude sul 2-6 6-3 6-4 e rientra prepotentemente tra le prime dieci giocatori del mondo. Un successo in finale le consentirebbe comunque di ritoccare la sesta posizione del ranking a discapito di Aryna Sabalenka. Photo Credit: Getty Images x