Rachel Lindsay: "Serena Williams non era destinata a dominare il tennis"



by   |  LETTURE 1981

Rachel Lindsay: "Serena Williams non era destinata a dominare il tennis"

Attraverso un articolo pubblicato su ‘Vogue’, Serena Williams ha annunciato il suo imminente ritiro dal tennis. La leggenda americana non ha indicato una data precisa, ma ha lasciato intendere che appenderà la racchetta al chiodo dopo gli US Open 2022.

L’ex numero 1 del mondo porrà dunque fine ad una carriera straordinaria, che l’ha resa un’icona globale e una delle più grandi atlete di sempre. A meno di un clamoroso colpo di coda a New York, Serena non riuscirà ad eguagliare il record all-time di 24 Major di Margaret Court.

Il suo ultimo sigillo in uno Slam risale ormai agli Australian Open 2017, prima che iniziasse la sua parabola discendente. Le ultime due stagioni sono state un autentico calvario per la Williams, che si è infortunata a Wimbledon l’anno scorso.

La 23 volte campionessa Slam è tornata sui prati londinesi nel 2022, ma non è riuscita ad andare oltre il primo turno. All’interno del podcast ‘Higher Learning’, Rachel Lindsay ha reso omaggio a Serena Williams e le ha augurato il meglio per il futuro.

Serena ha fatto la storia del tennis

“Nessuno pensava che Serena Williams avrebbe dominato il tennis. Date le circostanze, era un’eventualità davvero improbabile” – ha esordito Rachel. “Tiger Woods ha avuto un percorso simile a quello di Serena.

Per quanto riguarda Michael Jordan, si sa che i neri sono formidabili nel basket. Tom Brady è sempre stato un predestinato, oltre ad essere un bianco. Non sto screditando ciò che hanno fatto queste leggende, ma Serena aveva tutto contro.

Oltre ad aver lavorato sodo sulla tecnica e sul fisico, si è dovuta ‘scontrare’ con alcuni aspetti della società moderna. La sua parabola è molto istruttiva. Ogni volta che ha commesso un errore, è stato amplificato oltre ogni immaginazione.

Durante la sua carriera, è stata criticata per il suo atteggiamento, per il modo in cui portava i capelli, per i suoi vestiti, per il suo aspetto fisico e per tantissime altre cose. Nonostante l’odio della gente, è andata avanti per la sua strada e ha fatto la storia dello sport” – ha chiosato Lindsay.