Howard Bryant: "Dubito che Serena Williams riuscirà a chiudere in bellezza"

Serena Williams ha annunciato che la fine della sua carriera è ormai imminente

by Simone Brugnoli
SHARE
Howard Bryant: "Dubito che Serena Williams riuscirà a chiudere in bellezza"

Tramite un articolo pubblicato su ‘Vogue’, Serena Williams ha annunciato che la fine della sua carriera è ormai imminente. Pur senza indicare una data precisa, l’ex numero 1 WTA ha fatto capire che lo US Open 2022 sarà il suo ultimo torneo da professionista.

La leggenda americana, che compirà 41 anni il mese prossimo, è entrata nel circuito nel lontano 1995 e ha avuto una carriera favolosa. Il primo dei suoi 23 Major è arrivato nel 1999 proprio agli US Open (quando aveva solo 17 anni), mentre il suo ultimo sigillo risale agli Australian Open 2017.

A meno di un clamoroso colpo di coda a New York, Serena non riuscirà ad eguagliare il record all-time di Slam di Margaret Court. La Williams, che ha giocato pochissimo nelle ultime due stagioni, è iscritta al torneo di Cincinnati prima dello struggente addio nella Grande Mela.

Ai microfoni di ‘ESPN Daily’, il noto giornalista sportivo Howard Bryant ha commentato la decisione di Serena di appendere la racchetta al chiodo.

Il ritiro di Serena è vicinissimo

“Dico sempre che esistono tre modi per ritirarsi quando sei un fuoriclasse” – ha esordito Bryant.

“La prima eventualità è che sia il gioco ad estrometterti, facendoti capire che non hai più il livello necessario per competere ai massimi livelli. La seconda è che sia il tuo corpo ad importi di smettere.

Poi c’è la terza ipotesi: ritirarsi quando si è ancora in cima. Serena Williams vorrebbe chiudere in bellezza, ma non so se sarà possibile. Sappiamo tutti che il suo grande obiettivo è vincere quel 24° Slam ed eguagliare il record all-time di Margaret Court.

Al tempo stesso, Serena è ben lontana dai fasti di un tempo e non gioca una stagione completa da anni. Dubito che una giocatrice di 40 anni possa fare lo sforzo necessario per vincere un Major” – ha aggiunto Howard.

Greg Rusedski non è dello stesso avviso: “Guai a sottovalutare una campionessa come Serena. Avrà tutto il pubblico dalla sua parte e non sarà facile per le avversarie giocare contro di lei”.

Serena Williams
SHARE