Wta Toronto - Giorgi 'da record' contro Mertens: obiettivo ottavi raggiunto



by   |  LETTURE 3943

Wta Toronto - Giorgi 'da record' contro Mertens: obiettivo ottavi raggiunto

A esattamente 365 giorni di distanza dal 6-3 7-5 a Montreal, Camila Giorgi batte Elise Mertens 6-3 7-5 a Toronto. Stesso torneo, location differente. La tennista azzurra, campionessa in carica, dopo il quindicesimo successo in carriera ai danni di una delle prime dieci giocatrici del mondo, annota sul taccuino delle vittime anche la belga e raggiunge quanto meno il tavolone delle prime sedici.

Altissima la percentuale di punti con la seconda palla, quasi perfetto il rendimento sulle palle break (5/6) semplicisticamente migliore il rendimento generale. Ad attendere la marchigiana una tra Pegula e Muhammad. Mertens vince solamente un punto nei primi due turni di battuta, peraltro con un ace.

Tanto basta per raccontare il rendimento iniziale di Camila, che nel mezzo conserva il servizio in maniera straordinariamente ordinata e domina completamente il testa-a-testa da fondocampo. Nonostante un game piuttosto frettoloso sul 4-0, la marchigiana riesce a difendersi dagli attacchi della tennista belga e a chiudere con la battuta a disposizione sul 5-3 complice scelte tattiche rivedibili da parte della regolarista presente dal lato opposto della rete.

Camila non stacca assolutamente il piede dall'acceleratore. Anzi. Si affaccia sul 30-30 nel secondo turno di battuta e con una splendida risposta di dritto si procura la prima palla break del set. Chiamata a mettere la testa avanti, Camila gestisce con il dritto tutto lo scambio e con il naso sulla rete non sbaglia il colpo più semplice.

Il vantaggio dura poco, anche perché Mertens riesce a entrare con più continuità negli scambi prolungati e soprattutto a rimarginare immediatamente il gap di svantaggio. Camila, ovviamente più attrezzata tecnicamente, assesta la spallata decisiva sul 5-5 e nonostante qualche singhiozzo con la battuta a disposizione nei pressi del traguardo (con un sanguinosissimo errore di dritto al volo sul 30-15) chiude alla prima opportunità utile.

Da registrare nella parte iniziale di giornata anche il 'brutale' successo di Petra Kvitova ai danni di Amanda Anisimova, che fa praticamente in tempo a smuovere lo zero dalla casella dei game solamente in un caso per set. Emblematico il 6-1 6-1 finale che matura alla soglia dei settanta minuti di gioco. Photo Credit: Getty Images