Wta Toronto - La regina è tornata: Serena Williams batte Parrisaz e vola al 2° turno



by   |  LETTURE 5419

Wta Toronto - La regina è tornata: Serena Williams batte Parrisaz e vola al 2° turno


Le apparizioni di Serena Williams nel circuito si sono fatte con il passare del tempo sempre più rare. La campionissima statunitense si è ormai abituata a comparsate piuttosto fugaci povere peraltro di fragore.

Non è un caso che negli ultimi due anni abbia giocato complessivamente diciannove partite vincendone dodici. Dopo la parentesi Wimbledon (peraltro la prima stagionale) Serenona ha scelto gli Stati Uniti: Toronto, forse Cincinnati e presumibilmente gli Us Open.

Nella tappa numero uno, la ventitré volte campionessa Slam gioca in realtà una partita solidissima. Con un piano tattico tanto semplice quanto efficace, che esclude quasi completamente i movimenti laterali e che si fonda quasi esclusivamente sul pressing da fondocampo, riesce a trovare una soluzione abbastanza rapidamente contro la spagnola Parrisaz-Dias, giocatrice decisamente più adatta al rosso.

Serena, che serve bene e ovviamente controlla gli equilibri da fondocampo, non approfitta immediatamente del break a disposizione in avvio, ma spezza gli equilibri sul 4-3 e nonostante un turno di battuta abbastanza tribolato chiude alla seconda opportunità utile.

Lo spirito della campionessa aleggia sul cemento canadese tra una goccia di pioggia e l'altra. Serena che in più occasioni è costretta agli straordinari per difendere il servizio e che accusa un fisiologico calo fisico, piazza comunque la zampata decisiva dopo un set incredibilmente equilibrato sul 4-4 e chiude sul 6-3 6-4 dopo quasi due ore di gioco.

'Serenona' ritorna così a vincere un match nel circuito maggiore dopo 430 giorni di digiuno: ad attenderla al secondo turno presumibilmente Belinda Bencic, in rotta di collisione prima con Tereza Martincova.

Martina Trevisan sbatte invece contro Beatriz Haddad Maia, che condensa la stragrande maggioranza delle attenzioni e delle energie nei due estremi della partita. Nonostante un passaggio a vuoto nel cuore del match - che la tennista azzurra sfrutta in maniera perfetta - la tennista brasiliana riesce a prendere il largo in avvio di terzo set e soprattutto a contenere il tentativo di rimonta della toscana, che manca la chance per accorciare sul 3-4 e che non trova più modo per recuperare il gap di svantaggio.

La scarsa percentuale di punti con la prima palla si rivela un neo troppo invalidante: emblematico il 6-2 2-6 6-2 finale checonsente alla brasiliana di superare il taglio del primo turno. Sessantadue minuti. Di tanto ha bisogno Simona Halep per regolare la pratica Donna Vekic, ripescata dopo la sconfitta nel tabellone cadetto.