Ashleigh Barty: "Tennis femminile spettacolare e imprevedibile. E su Swiatek..."



by   |  LETTURE 4226

Ashleigh Barty: "Tennis femminile spettacolare e imprevedibile. E su Swiatek..."

Wimbledon 2022 ha regalato una nuova campionessa slam: Elena Rybakina. La tennista kazaka, contro ogni pronostico, è arrivato fino in finale per poi battere la più quotata Ons Jabeur in tre set conquistando il suo primo slam della carriera.

Nonostante negli ultimi mesi Iga Swiatek sembrava essere imbattibile vincendo match dopo match, il tennis femminile si è rivelato ancora una volta imprevedibile regalandoci una nuova campionessa.

A commentare ciò che sta avvenendo nell’ultimo periodo al tennis femminile, è stata la ex numero uno del mondo Ashleigh Barty che, in un’intervista a The Guardian, ha elogiato il tennis femminile per il livello alto che c’è da un periodo a questa parte “"Iga (Swiatek n.d.r) è un talento incredibile, una persona eccezionale e una ragazza molto gentile.

Adoro lei e la sua squadra e non potrei essere più orgogliosa del fatto che abbia conquistato il posto di numero uno, perché pratica lo sport nel modo giusto e ha tanta energia e carisma. La profondità che esiste oggi nel tennis femminile è spettacolare.

Siamo passati da uno o due giocatori dominanti a una maggiore imprevedibilità. Non perché la WTA sia debole. In effetti, è perché il circuito è molto forte. Tutti coloro che si classificano tra i primi 40 o 50 al mondo sono così eccezionali che potrebbero benissimo essere tutti tra i primi 10”.

L'ex tennista australiana non si pente del ritiro

Barty, che ha annunciato il ritiro dopo la vittoria agli Australian Open, non si pente della sua scelta
“Non mi pento di nulla. Nessun rimpianto. So che era il momento giusto per me.

Era quello che volevo fare. So che molti non lo capiscono ancora, ma spero che lo rispettino, perché è stata una mia decisione. E’ stato fantastico. Ho vissuto tutto ciò che avrei voluto vivere", chiarisce Ash, che si è anche dissociata dal tennis come fan o spettatrice.

"Quest'anno non ho guardato la finale di Wimbledon. Naturalmente sono stato molto contento per Ons (Jabeur) ed Elena (Rybakina), sono due ragazze fantastiche, ed è stato anche bello vedere Nick (Kyrgios), che conosco da tanto tempo, raggiungere la finale.

Tuttavia, da quando mi sono ritirato ho guardato la stessa quantità di partite di quando ero nel circuito, praticamente nessuna. Di tanto in tanto si, ma raramente mi siedo sul divano e guardo una partita dall'inizio alla fine.

Ho colpito abbastanza palle nella mia vita, non ho bisogno di guardare gli altri fare lo stesso”. Barty ha spiegato cosa gli manca nella sua nuova vita
"Mi manca sicuramente vedere i miei compagni di squadra. Abbiamo trascorso molto tempo insieme e all'improvviso mi ritrovo a vivere in un angolo remoto del pianeta.

Tuttavia, il pensionamento è stato una transizione senza soluzione di continuità. Invece di passare diverse ore al giorno sulle piste di allenamento, ora ho delle routine diverse. E poiché sapevo che sarebbe arrivato, non ho dovuto adattarmi troppo”. ha concluso l’ex campionessa australiana.