Swiatek: "Pronta a gestire la pressione. Numero uno? Ecco cosa penso"



by   |  LETTURE 2537

Swiatek: "Pronta a gestire la pressione. Numero uno? Ecco cosa penso"

Iga Swiatek è probabilmente la tennista femminile del momento. Il suo score di questo 2022 recita così: 23 vittorie e sole 3 sconfitte. Più precisamente la giocatrice polacca ha inanellato una serie di 14 vittorie consecutive ed è approdata ai quarti di finale del Miami Open dopo aver battuto nettamente Cori Gauff 6-3, 6-1.

"Sapevo che sarebbe stata una partita difficile, lei è molto ben preparata fisicamente. Ogni mese la vediamo migliorare molto. Sapevo che dovevo mantenere il ritmo e mettere pressione su di lei, usare l'esperienza che ho a mio vantaggio.

Sono abbastanza felice di essere stato costante e di averle messo pressione, quindi è stata una grande partita per me" Su come gestisce il successo
"Da quando ho vinto il Roland Garros abbiamo cominciato a prepararci per questo successo, anche se sai che ci saranno momenti difficili, giorni difficili, momenti di grande pressione.

Non so davvero come ci si sente ad essere il n. 1 perché non lo sono ancora, dovremo aspettare e vedere come reagisco. Al momento mi sento benissimo, ho sempre avuto una sorta di capacità di mettere da parte le classifiche e i numeri, concentrandomi solo sul gioco.

In questa stagione sono davvero felice di essere là fuori e di competere, quindi manterrò lo stesso atteggiamento e tutto andrà bene. I tornei di queste settimane la stanno aiutando tantissimo
"Ho imparato molto da ogni torneo che ho vinto, c'è sempre stato molto lavoro dietro.

Nel tennis sappiamo che è normale perdere ogni settimana, siamo abituati a questo. Mi sento pronta a gestire questo, siamo ancora all'inizio della stagione, vedremo cosa succederà verso la fine quando saremo tutti stanchi e dove la gestione sarà più complicata.

Quest'anno, per esempio, non giocherò il doppio, quindi avrò più giorni liberi per riposare"

Tra numero uno e la Billie Jean King Cup

Sul numero uno al mondo
"Non so come sarò da n.

1, o se cambierà qualcosa nella WTA. Loro hanno fatto un grande lavoro qui per promuovere il tennis per molto tempo, lo sport femminile in generale. Il mio obiettivo, fin dall'inizio, era quello di rendere il tennis più popolare in Polonia, quindi mi concentrerò soprattutto su questo.

Sicuramente ho più impatto ora, anche se non voglio nemmeno mettere troppo peso sulle mie spalle. Forse un giorno mi sentirò abbastanza forte per essere una rappresentante del tennis a livello internazionale. Dove voglio essere un esempio è sicuramente sul campo, per avere una buona sportività, è lì che siamo davvero osservati"

Contenta di giocare nella Billie Jean King Cup
"È una grande notizia, la Billie Jean King Cup è sempre un torneo diverso, sei con la squadra e ci sono un sacco di fan che vengono a vederci. È l'unico momento, accanto alle Olimpiadi, in cui abbiamo l'opportunità di difendere la Polonia.

So che è stressante, non ho molta esperienza in questa competizione, penso di aver giocato solo tre volte ed è sempre stato complicato. Quest'anno la prenderò come una grande esperienza, anche se non so ancora contro chi giocherò”. Ha concluso la futura numero uno al mondo.