Wta Miami - Continua la favola Fruhvirtova: si ritira Azarenka. Swiatek avanti



by   |  LETTURE 2666

Wta Miami - Continua la favola Fruhvirtova: si ritira Azarenka. Swiatek avanti

La sospensione del giudizio, in sede di cronaca, rimane quasi una necessità. La scena che segna il finale della sfida tra la due volte campionessa Slam Viktoria Azarenka e la classe 2005 Linda Fruhvirtova, reduce ovviamente dalle prime due vittorie in carriera nel circuito maggiore, risulta però quanto meno bizzarra.

Persino da raccontare. Chiamata a rincorrere la giocatrice ceca (in una situazione disperata) la bielorussa decide di ‘zompare’ il colloquio con il fisioterapista ma soprattutto di lasciare il campo senza un motivo apparentemente valido.

Surreale persino la freddissima stretta di mano che anticipa la fuga dal campo dopo una quarantina di minuti di gioco. Fruhvirtova, incredula, rimpolpa il bottino delle prime volte e accede agli ottavi di finale con il minimo sforzo.

Ad attenderla Paula Badosa, virtualmente sul terzo gradino del ranking e a una manciata di vittorie addirittura dalla seconda piazza.

Swiatek vince e convince, Gauff in ripresa

Dopo aver conquistato la cima del ranking, Iga Swiatek non perde di vista il principale obiettivo della settimana: vincere.

Contro Madison Brengle alle porte degli ottavi di finale arriva tra le altre cose anche il dodicesimo successo consecutivo: lascia poco spazio alle interpretazioni il 6-0 6-3 finale, tanto simile nella forma e nella sostanza al primo guizzo in Florida contro Viktorija Golubic.

Ad attenderla la complicatissima sfida con la ‘stellina’ Coco Gauff, ancora a caccia di continuità e di concretezza dopo una prima parte di stagione prevalentemente negativa. Da registrare anche il 7-5 6-1 che Petra Kvitova rifila a Jessica Pegula nella parte centrale di giornata.

Nella lista delle sorprese nel tabellone maschile il passo falso di Gael Monfils contro Federico Cerundolo, che prima del Miami Open non aveva mai vinto una partita sul duro nel circuito maggiore. Dopo Griekspoor e Opelka (costretto ad alzare bandiera bianca in una situazione di punteggio già ampiamente compromessa) il tennista argentino annota sul taccuino delle vittime con un nettissimo 6-4 6-2 anche il numero ventidue del seeding. Photo Credit: Getty Images