Elina Svitolina svela la sua "missione" per il torneo di Monterrey



by   |  LETTURE 2278

Elina Svitolina svela la sua "missione" per il torneo di Monterrey

Sono giorni difficili per Elina Svitolina. La tennista, nata ad Odessa, in Ucraina, è impegnata con il torneo WTA 250 di Monterrey, ma i suoi pensieri sono rivolti alla sua terra natia, dove la sua popolazione si sta difendendo dall’invasione della Russia, avvenuta giovedì scorso.

In un primo momento, la tennista ucraina non voleva affrontare il primo turno del torneo messicano: il motivo risiedeva nella sua avversaria era la russa Anastasia Potapova. Al momento di titubanza, tuttavia, è seguita la decisione finale: Svitolina avrebbe partecipato al torneo, a patto però che la sua avversaria gareggiasse senza alcun riferimento alla sua terra natale.

Il match è stato vinto da Elina Svitolina per 6-2, 6-1, facendosi guidare da motivazioni esterne rispetto a quelle che sono quelle tennistiche. Infatti, nelle dichiarazione post match, la tennista ucraina, molto emozionata, definisce “speciale” la sua vittoria.

"È speciale per quello che stiamo passando in questo momento in Ucraina, è terrificante", ha dichiarato la numero 15 al mondo. "Sono passati sei giorni e tutti i tennisti ucraini e gli ucraini che sono lì, siamo davvero terrorizzati da quello che sta succedendo"

Alle parole, sono seguiti i fatti: Svitolina ha dichiarato che donerà il premio in denaro di questa settimana all’esercito ucraino.

La missione di Elina Svitolina

La vittoria contro la russa Potapova ha significato molto per Elina Svitolina.

Non solo tennis e non solo vittorie per Svitolina, che in questo momento ha un altro obiettivo. "Per me, giocando la partita qui, non sto giocando solo per me stesso. Sto giocando per il mio paese, sto giocando per aiutare l'esercito ucraino e le persone bisognose”, ha dichiarato l’ucraina, che ha proseguito: “Ogni vittoria che otterrò sarà molto speciale"

"Penso che la mia missione sia unire la nostra comunità di tennis per sostenere l'Ucraina perché quello che stiamo attraversando è una cosa orribile per tutti gli ucraini", ha concluso Svitolina, che non ha saputo trattenere le lacrime nei momenti che hanno seguito il match.