Virginia Wade su Emma Raducanu:"Tutti vogliono disperatamente batterla"



by   |  LETTURE 1764

Virginia Wade su Emma Raducanu:"Tutti vogliono disperatamente batterla"

Dopo la brillante stagione di quest’anno, culminata col clamoroso trionfo agli Us Open partendo dalle qualificazioni (prima tennista della storia a riuscirci), tutti concordano sul fatto che Emma Raducanu avrà un futuro roseo e da protagonista nel circuito WTA.

La 19enne tennista britannica ha chiuso il suo primo anno “tra i grandi” da numero 19 del ranking mondiale, disputando praticamente poco meno di metà stagione nel circuito maggiore. Raducanu, per la stagione 2022, ha assunto come coach Torben Beltz, l'ex allenatore di Angelique Kerber.

Virginia Wade: "Raducanu è sveglia, intelligente, equilibrata, seria"

Anche la connazionale Virginia Wade, ultima tennista britannica capace di imporsi in uno Slam (Wimbledon 1977), è convinta delle potenzialità della Raducanu.

“Ci sono un sacco di giocatrici molto brave e lei adesso è diventata un bersaglio. Tutti vogliono disperatamente batterla”, ha detto Wade al Radio Times. Dalla vittoria agli US Open, la Raducanu ha firmato accordi di sponsorizzazione con Dior, Louis Vuitton e Tiffany.

Wade spera che gli accordi lucrativi non influenzino negativamente la Radicanu. “Ottenere tutte queste sponsorizzazioni può far girare la testa a questi giovani giocatori”, ha insistito Wade. “Devi ricordare che hai ottenuto [contratti] perché sei un buon tennista, e non per altre ragioni.

Quindi è meglio che continui ad essere un buon tennista" ha aggiunto Wade, che ha poi descritto Raducanu come “molto sveglia, intelligente, equilibrata, seria. Si applica davvero. Risolve i problemi in campo”.

Anche Fernando Gonzalez, finalista degli Australian Open 2007, ha concordato con Wade. Ai microfoni di Tennis365, l’ex tennista ha sentenziato “Non dobbiamo aspettarci nulla di spettacolare nei prossimi anni. Datele un paio di anni buoni, costanti, di apprendimento” aggiungendo poi che “Dobbiamo darle un po' di tempo perché chiaramente è una grande giocatrice con una grande mentalità e avrà una grande carriera.

Raggiungere una finale del Grande Slam così presto nella sua carriera e giocare un così grande match contro una giocatrice della sua stessa generazione è stata dura, ma ha vinto”.