Wta Finals Guadalajara - Muguruza è la 'Maestra' 2021: battuta Kontaveit in finale



by   |  LETTURE 1018

Wta Finals Guadalajara - Muguruza è la 'Maestra' 2021: battuta Kontaveit in finale

Garbine Muguruza è la 'Maestra' 2021 del tennis femminile. La spagnola ha battuto nella finale del Master di Guadalajara Anett Kontaveit, confermando peraltro la vittoria ottenuta proprio contro l'estone due giorni fa nel round robin.

Se, però, il successo dei gironi valeva poco per Kontaveit - già qualificata -, oggi la posta in gioco era alta: alla prima finale delle Finals per entrambe, Muguruza ha fatto valere la maggiore esperienza per partite di questo calibro.

Per la spagnola si tratta del successo più importante degli ultimi quattro anni di carriera, da quando cioè vinse Wimbledon nel 2017. Nel primo set Garbine ha pochi problemi: va avanti e si fa riprendere un break, ma è sempre lei a dare la sensazione di supremazia; dal 2-3 in favore dell'estone, Muguruza infila quattro game consecutivi che le consegnano il primo set.

Più complessa la situazione nel secondo quando, dopo aver tenuto un labioroso turno di battuta, Kontaveit sale sul 5-3, a un passo dal terzo set. Niente da fare: altro parzialone, altri quattro game in fila e altro set che finisce nelle mani della spagnola.

Per Garbine si tratta appena del decimo titolo in carriera, tutti però dal peso specifico elevatissimo. Dalle Finals femminili appena terminate a quelle maschili che sono in pieno svolgimento. Nel Gruppo Verde, quello al momento dominato da Djokovic già certo della qualificazione come primo del girone, Casper Ruud diventa il primo norvegese capace di vincere una partita nel torneo dei Maestri.

Ruud rimonta la riserva – subentrata oggi per il forfait di Stefanos Tsitsipas – Cameron Norrie e sostanzialmente si garantisce lo ‘spareggio’ con Andrey Rublev: nessun calcolo da fare, chi vince è in semifinale, chi perde è fuori.

Dopo un avvio formidabile con tanto di 6-1 siglato nel primo set, il britannico cala alla distanza o, meglio, collassa in un terrificante ottavo game del secondo set che consegna il break e, poco dopo, anche il set a Ruud.

Il norvegese, da par suo, sale di livello e sul 2-2 arriva la spallata decisiva, anche questa facilitata non poco da Norrie che firma la sua condanna commettendo un doppio sanguinoso sulla palla break. Casper fa tesoro del vantaggio acquisito e con un rendimento fenomenale al servizio – 10 ace – conduce in porto la vittoria fino al 6-4 finale.