Emma Raducanu è una giovane stella o solo una meteora?



by   |  LETTURE 2688

Emma Raducanu è una giovane stella o solo una meteora?

In questi ultimi mesi la giovane diciottenne Emma Raducanu è stata protagonista di un sali e scendi di grandi emozioni. La campionessa diciottenne ha conquistato, tra lo stupore generale, gli Us Open 2021 vincendo partendo dalle qualificazioni ed abbattendo qualsiasi avversaria.

Nessuno, ovviamente nemmeno Emma, si aspettava una vittoria del genere e, come ovvio che sia, sono salite al massimo le aspettative per l'atleta britannica. Dopo la vittoria sponsor, media e tante persone di questo sport hanno seguito la tennista che ha avuto un calo dovuto all'esperienza ed alle prime pressioni.

Dopo Flushing Meadows la Raducanu è crollata al primo match giocato ad Indian Wells ed ha raggiunto i Quarti al Wta di Cluj-Napoca 2 dove è stata 'umiliata' dall'altra giovanissima Marta Kostyuk, vincitrice per 6-2;6-1.

Emma ha mostrato tante lacune, ha commesso vari doppi falli, addirittura 4 in occasione di palle break per l'avversaria ed ha concluso la gara in meno di un'ora di gioco con ben 40 errori gratuiti!

Le ultime su Emma Raducanu

Nelle ultime ore c'è chi addirittura ha parlato della sua vittoria negli Stati Uniti come di un autentico caso, ma la realtà è che Emma Raducanu va lasciata libera di crescere da ogni pressione.

Questa ragazza ha provato grandi emozioni in questi mesi e come giusto che sia ora le si è presentato 'il conto' Le sconfitte contro la Sasnovich e contro la Kostyuk sono solo le prime e ne arriveranno sicuramente altre ma i margini di miglioramento di Emma sono indescrivili e l'inebriamento di New York andrà pian piano scemando.

Attualmente la Raducanu è numero 21 al mondo ma a tutto per migliorare e crescere la sua classifica. Ovviamente dovrà impegnarsi ed evitare che si possa parlare di lei solo come di una meteora che ha fatto una piccola storia del tennis britannico.

Ci vorrà tempo per capire se si tratta di una storia simile a quella di Eugenie Bouchard, ormai famosa più fuori che dentro al campo, o se la Raducanu invece riesca a ripercorrere le orme di stelle del calibro di Maria Sharapova e Serena Williams, anche loro stelle fin da ragazzine.