Il torneo di Lussemburgo attacca la Wta e annuncia la chiusura



by   |  LETTURE 1834

Il torneo di Lussemburgo attacca la Wta e annuncia la chiusura

Il torneo di Lussemburgo nel circuito femminile si è concluso domenica 19 settembre con la finale di singolare, che ha premiato la danese Clara Tauson sulla lettone Ostapenko, testa di serie numero 3.Tuttavia, gli organizzatori hanno fatto ancora parlare dell’edizione 2021 e del futuro della competizione, nascondendo per un attimo i discorsi legati al risultato sportivo, con una dura nota ufficiale all’indirizzo della Wta (Women’s tennis association).

L’evento mitteleuropeo ha annunciato la chiusura a partire dalla stagione 2022 nei giorni scorsi, un po’ a sorpresa, e a spiegarne le motivazioni ci ha pensato la direttrice Danielle Maas, che ha messo in chiaro di non voler più tornare a lavorare con la Wta e di creare dal prossimo anno un format a invito.

L’attacco di Maas

“Non organizzeremo mai più un torneo Wta. Non ci sentiamo più a nostro agio e abbiamo deciso questo grande cambiamento. Non ci assicurano più un torneo di qualità come quello che sogniamo.

Per questo chiudiamo dopo ben 25 anni. Siamo abbastanza felici di aver concluso questa storia, che non ci ha dato alcuna gioia" ha dichiarato Maas in un’intervista al quotidiano Tageblatt. La manifestazione ha ospitato anche un Gala per commemorare il suo 25esimo anniversario nel circuito.

Secondo lei però: “Quella cosa ha mostrato ancora di più che non c'è interesse o entusiasmo da parte della Wta per continuare a lavorare con noi. Abbiamo avuto molta resistenza per organizzare il torneo questa settimana.

Lavorare insieme è stato molto difficile. Le regole e il loro approccio a esse sono cambiate molto dal 2019. Il capitolo ora è chiuso, dobbiamo aprire un'altra storia" ha aggiunto e concluso. L’ambiente perde così una delle tappe più iconiche dell’Europa che negli anni “è orgogliosa della vicinanza raggiunta coi giocatori, nonostante sia una nazione così piccola”. Lo certifica pure la partecipazione delle finaliste alle Olimpiadi di Tokyo Belinda Bencic e Marketa Vondrousova.