Minacce di morte per il giornalista 'della domanda' a Naomi Osaka



by   |  LETTURE 4801

Minacce di morte per il giornalista 'della domanda' a Naomi Osaka

Dopo mesi di assenza Naomi Osaka è tornata nella giornata di ieri a tenere una conferenza stampa alla presenza dei media. Nel corso del Wta 1000 di Cincinnati le cose non sono però andate come previsto e la situazione ad un certo punto è degenerata.

Un giornalista (membro del Cincinnati Enquirer) ha chiesto alla campionessa nipponica come fosse possibile poter sfruttare il proprio prestigio per rinunciare al dialogo con la stampa, la risposta non è arrivata con Naomi che è subito esplosa a piangere ed il media in questione che ha attirato le ire del manager della Osaka, Stuart Duguid.

La campionessa degli Australian Open di quest'anno ha poi lasciato la sala piangendo ma la situazione, il giorno dopo, ha visto nuovi incredibili episodi.

Naomi Osaka e le minacce arrivate al giornalista

Il giornalista Paul Daugherty è stato messo alla gogna dei social ed anche il noto collega Ben Rothenberg ha attaccato sui social Paul affermando che la sua domanda aveva 'toni aggressivi'

Per certi versi però si è creata cosi una situazione infuocata nei confronti di Daugherty e nelle ultime ore sono arrivate minacce di morte verso Paul e verso l'intera sua famiglia. Dando peso a questa domanda Rothenberg ha aizzato il fuoco ed il giornalista è vittima ora di questa particolare situazione.

L'atmosfera nei confronti del giornalista è diventata molto tesa sui social e diversi fan giapponesi hanno attaccato ed insultato il media. Altri media sono intervenuti invece nella speranza che questa situazione venga messa in secondo piano in breve tempo e che venga messa la parola 'fine' a questa triste vicenda.

Naomi Osaka ancora deve esordire nel torneo visto che da testa di serie numero 2 aveva il 'Bye' come lasciapassare ed al prossimo turno la tennista nipponica sfiderà subito in un big match la giovane americana Cori Gauff, numero 24 al mondo e reduce dalla netta vittoria del primo turno sull'avversaria di Taipei Hsieh, sconfitta con il risultato di 6-1;6-2 in circa un'ora di gioco.