Olimpiadi Tokyo - Giorgi si prende Pliskova, ok Osaka. Fuori Kvitova e Swiatek



by   |  LETTURE 5188

Olimpiadi Tokyo - Giorgi si prende Pliskova, ok Osaka. Fuori Kvitova e Swiatek

Dopo il 6-3 6-2 ai danni di Jennifer Brady, Camila Giorgi si accomoda sul tavolone degli ottavi di finale nel torneo olimpico grazie a un ancor più netto 6-3 6-1 ai danni di Elena Vesnina. Nonostante qualche patema nelle fasi iniziali di gioco (e un rendimento tutto sommato altalenante con la battuta, macchiato manco a dirlo da sette doppi falli) la tennista azzurra riesce a prendere le misure, a spezzare gli equilibri sul 4-3 e a lasciare semplicisticamente solo un altro game per strada.

Ad attenderla ci sarà Karolina Pliskova, battuta di recente a Eastoubrne, costretta agli straordinari dalla solita, e instancabile, Carla Suarez Navarro. Continua a vincere Maria Sakkari – che si sbarazza con un netto 6-1 6-2 di Nina Stojanovic – nella parte iniziale di giornata tutto relativamente facile anche per la campionessa del Roland Garros Barbara Krejcikova, che di veri problemi contro Leylah Fernandez non ne ha.

Come da logica, non apporta ovviamente particolari modifiche al copione la padrona di casa Naomi Osaka – reduce dal primo successo dal Roland Garros – in rotta di collisione con Marketa Vondrousova agli ottavi di finale.

Scivolone Kvitova, Badosa 'punisce' Swiatek

Garbine Muguruza passa su Qiang Wang con un rocciosissimo 6-3 6-0, Belinda Bencic supera Misaki Doi. Dopo il successo ai danni della numero uno del mondo, all’esordio olimpico, Sara Sorribes Tormo sopravvive alle prova del 9 con Fiona Ferro.

Nel listone delle sorprese nel day-3 il passo falso di Petra Kvitova contro Alison Van Uytvanck (con un terzo set da purissima presenza necessaria) ma anche la vittoria di Paula Badosa nella parte finale di giornata contro Iga Swiatek.

La tennista spagnola, che rimedia a una falsa partenza con un mega-parziale di 5-0, recupera un break di ritardo anche nel secondo e assesta la spallata decisiva nel jeu decisif con un iniziale 4-1. Elina Svitolina ha bisogno di quasi tre ore di gioco per abbattere la resistenza di “Miss Berrettini” Alja Tomljanovic, reduce dai quarti di finale sui prati dei Championships.