Wta Losanna - Lucia Bronzetti fuori tra gli applausi, male Camila Giorgi



by   |  LETTURE 4107

Wta Losanna - Lucia Bronzetti fuori tra gli applausi, male Camila Giorgi

La bellissima cavalcata di Lucia Bronzetti assume un significato che va ben oltre i quarti di finale raggiunti nel WTA 250 di Losanna, in Svizzera. Alla sua prima apparizione assoluta in un torneo del circuito maggiore, la 22enne di Rimini ha dimostrato di avere le carte in regola affinché – quella che per ora rappresenta una splendida favola – si trasformi in qualcosa di più.

Dopo aver liquidato la padrona di casa Tess Sugnaux all’esordio, la numero 241 WTA (best ranking che aveva raggiunto questa settimana) si era ripetuta a sorpresa contro la russa Anna Blinkova per la gioia degli appassionati.

La sua corsa è terminata questo pomeriggio dinnanzi alla numero 1 del seeding Tamara Zidansek, che si è imposta grazie allo score di 6-4 4-6 6-3 dopo due ore e 19 minuti di battaglia senza esclusione di colpi.

A fare la differenza è stata soprattutto la maggiore esperienza della slovena nei momenti decisivi, come evidenzia perfettamente lo strappo che le ha consentito di vincere il primo set. Chi si aspettava una rapida resa della romagnola si è dovuto ricredere, visto che Lucia ha dominato in lungo e in largo il secondo parziale lasciando di stucco la stessa Zidansek.

Tamara è scattata meglio dai blocchi nella terza frazione, si è involata sul 3-1 e ha giocato con ordine per evitare il ritorno della sua avversaria. Dopo aver annullato un match point sul 5-3, Bronzetti si è guadagnata un’opportunità del contro-break, potendo recriminare per un dritto d’attacco non impossibile spedito in rete.

Scampato il pericolo, la numero 50 del mondo ha innalzato i giri del motore archiviando la pratica con un diritto vincente sulla riga. L’azzurra si appresta a fare un bel salto nella classifica WTA: da lunedì entrerà infatti nella Top 200 per la prima volta nella sua carriera.

La wild card ricevuta per il WTA di Palermo ne è la logica ricompensa.

Bronzetti da applausi, delude Camila Giorgi

Ci si aspettava invece molto di più da Camila Giorgi, accreditata della quarta testa di serie.

La 29enne maceratese è uscita di scena al secondo round per mano di Zarina Diyas, che ha prevalso meritatamente con un duplice 6-4 in poco più di un’ora e mezza di gioco. Si era capito fin dai primissimi game che non fosse una giornata ispirata per la Giorgi, ritrovatasi in svantaggio di due break e sempre obbligata a rimontare.

Camila ha avuto una fugace reazione d’orgoglio verso la metà del secondo set, quando si è issata sul 4-2, prima di incassare un filotto di quattro game consecutivi che ha posto fine alle ostilità. Giorgi si prenderà qualche giorno di riposo prima di volare a Tokyo per le Olimpiadi.