Wta Bogotà/Charleston - "Salta" il derby italiano ai quarti. Barty ok, Muguruza ko



by   |  LETTURE 1361

Wta Bogotà/Charleston - "Salta" il derby italiano ai quarti. Barty ok, Muguruza ko

Dopo il setaccio delle qualificazioni e la vittoria – con polemica – ai danni di Astra Sharma, Giulia Gatto Monticone non riesce a superare il taglio deli ottavi di finale nel ‘250’ di Bogotà.

Contro Tamara Zidansek, numero cinque del seeding, la tennista azzurra sfrutta solamente due delle undici palle break a disposizione e finisce per raccogliere complessivamente cinque giochi. Due nella frazione inaugurale, tre nella seconda.

Nel day-5 la slovacca ritornerà in camp con Sara Errani, apprezzatissima rivelazione della settimana, manco a dirlo a caccia di un posto in semifinale nel circuito maggiore per la prima volta dal giugno del duemiladiciotto.

Charleston: esce Kvitova, si ritira Muguruza, avanza Barty

Sulla terra verde di Charleston, lo scivolone di Petra Kvitova agli ottavi di finale rientra senza ombra di dubbio nel listone delle sorprese. La due volte campionessa Slam non oppone in realtà una grossa resistenza contro Danka Kovinic (che aveva vinto solamente due dei diciotto precedenti contro una giocatrice compresa tra le prime venti) avanti grazie a un 6-4 6-1 che costruisce in poco più di sessanta minuti di gioco.

Salta quindi il quarto-di-lusso con Garbine Muguruza, costretta parallelamente ad alzare bandiera bianca per un problema al ginocchio dopo aver vinto otto dei primi dieci game contro Yulia Putintseva. Una volta tanto non ha bisogno di ricorrere al terzo Coco Gauff – comunque costretta a recuperare uno svantaggio di 3-5 nel cuore del secondo set – nello stesso spicchio di tabellone anche Ons Jabeur, che un set di ritardo lo ‘mangia’ invece ad Alize Cornet.

A distanza di due anni, due anni, Sloane Stephens ritorna a vincere tre match nello stesso torneo e a ritagliarsi uno spazio tra le prime otto. Dopo Wang e Keys, la ‘Slammer’ statunitense annota sul taccuino delle vittime anche Tomlajnovic con un doppio 6-4.

Reduce invece del primo successo-rosso dal Roland Garros del 2019, la numero uno del mondo Ashleigh Barty si lascia trascinare al terzo da Shelby Rogers. La tennista australiana non sfrutta un set e un break di vantaggio (in due occasioni) non mantiene il gap crea terzo, nel terzo game, ma assesta comunque la spallata decisiva nel decimo game e sigilla il successo sul 7-6(2) 4-6 6-4 dopo poco più di due ore di gioco. Ad attenderla ai quarti la spagnola Paola Badosa. Photo Credit: Getty Images