Wta Guadalajara - La favola Cocciaretto finisce in semi. Finalmente Bouchard



by   |  LETTURE 1914

Wta Guadalajara - La favola Cocciaretto finisce in semi. Finalmente Bouchard

La splendida avventura messicana di Elisabetta Cocciaretto, iniziata dal tabellone cadetto, trova una conclusione solo ai piedi della finale. Ad abbattere la resistenza della ventenne marchigiana (che non aveva mai raggiunto le Final Four nel circuito maggiore) è una buonissima Eugenie Bouchard.

Che prima di presentarsi a Guadalajara aveva parallelamente vinto una delle tre partite disputate nel circuito maggiore, mancando tra le altre cose anche la qualificazione agli Australian Open. Per la tennista canadese – che riesce a evitare la grana del terzo set – sarà la settima finale in carriera nel circuito maggiore.

Solamente la seconda dal 2016 dopo quella ottenuta una manciata di mesi fa a Istanbul. Complice una percentuale di prime palle in campo piuttosto scadente, che si aggira de facto intorno al trenta percento, la tennista azzurra non riesce a rimanere attaccata al punteggio con la battuta a disposizione.

Dopo una fase di studio piuttosto breve, ma decisamente intensa, la canadese riesce infatti a prendere il largo (con due break) e ad archiviare la prima frazione con un 6-2 privo di grattacapi. Bouchard ha meno chiavi tattiche, sì, ma una palla decisamente più pesante.

Il risultato? Cocciaretto lascia la battuta per strada nel corso del quinto gioco, recupera il gap di svantaggio ai piedi del baratro e trova quanto meno rifugio nel jeu decisif. Nel momento di massima difficoltà, Bouchard condensa però la stragrande maggioranza delle attenzioni e lascia per strada la miseria di due punti.

Alla soglia delle due ore di gioco, il 6-2 7-6(2) che matura è praticamente una conseguenza logica. Ad attendere la canadese in finale ci sarà un po’ a sorpresa Sara Sorribes Tormo, perfetta in Messico dopo il primissimo set perso contro la belga Minnen all'esordio.

La spagnola, con uno score pressoché identico, si sbarazza di Marie Bouzkova e raggiunge tra le altre cose la seconda finale in carriera. Con un successo ai danni della canadese si garantirebbe il best ranking intorno alla piazzola numero sessanta del ranking. Photo Credit: Getty Images