WTA TENNIS

WTA BRISBANE - Schiavone: maratona vincente!

-  Letture: 2863

Nuova epica vittoria per Francesca Schiavone, che ai quarti di finale del Wta Premier di Brisbane ha battuto per 5-7 7-6(2) 6-3 Jelena Jankovic, e ora aspetta Kaia Kanepi (vincitrice per 6/1 7/6 sulla numero due del seeding Andrea Petkovic) in semifinale nella parte bassa del tabellone.

Il suolo australiano, memori del match record di un anno fa con la Kuznetsova agli Australian Open, infonde probabilmente particolari energie a Francesca, che dopo una prima ora altalenante ha trovato la quadratura dei colpi, regalandoci un nuovo esaltante successo, di fronte a una buona Jankovic, apparsa in ripresa dopo il cambio tecnico.

Sotto 4-2 negli scontri diretti, la leonessa aveva preannunciato in conferenza stampa che sarebbe stata una lotta, e così è stato. Inizio in sordina per la milanese, che da 0-3 inanellava 4 game di fila, stordendo la serba con una serie di recuperi strabilianti, costringendola a chiamare il nuovo (chiassoso) coach Henner Nehles.

Qui un nuovo calo dell'azzurra, che cedeva malamente la battuta regalando due doppi falli di fila alla Jankovic, pronta poi a salire sul 5-4. Salita di tono col rovescio, inizialmente balbettante, cercando a ragione il back a più riprese, il vero problema di Francesca è però stato il servizio, che con una disastrosa percentuale di prime del 28% e l'ennesimo doppio fallo nel punto decisivo, ha regalato il primo (piacevolissimo) set alla Jankovic, col punteggio di 7-5.

Nel secondo set l'azzurra, ancora scossa mentalmente (non a caso ha indicato la testa più volte), concedeva il break del 3-1 all'avversaria, ma quando tutto sembrava perso riusciva a strappare il controbreak ai vantaggi del settimo game.

I servizi perdevano ogni valenza, e arrivava un altro break per parte. Nonostante un foot fault chiamato sul 30-30 Francesca riusciva a mantenere i nervi saldi e salvare la partita impattando il 5 pari. Dopo un game a zero della Jankovic, nuovi brividi nell'undicesimo gioco, quando la leonessa annullava due matchpoints, prima di portare il set al tie-break.

Ottenuto un primo minibreak, ancora un foot fault, chiamato sulla seconda (con corrispondente doppio fallo) provava a rovinare la rimonta di Francesca, abile però a ritrovare forza, prima di servizio e approcci a rete.

7 punti a 2 il punteggio finale in favore della nostra portacolori, che portava così meritatamente il match al terzo. Occasione sprecata dalla Schiavone in apertura di terzo set, quando un paio di righe della Jankovic spezzavano sul nascere il tentativo di allungo della milanese.

Quindi un nuovo calo, che portava la serba al break issandola sul 3-1. Ma Francesca non mollava, e ancora una volta ruggiva nel trovare il controbreak del 3-3, con un mix di classe e volontà. Stremata dalla tenacia dell'azzurra, la Jankovic si disuniva, cedendo in modo arrendevole il servizio che portava Francesca sul 5-3, nonostante un dolorino alla spalla.

Francesca si guadagnava alla grande due matchpoints grazie a una stop volley di diritto in acrobazia, ma la fortuna girava dalla parte della Jankovic, che con un nastro e una serie di righe si procurava una clamorosa palla break, prontamente annullata anche grazie a un ritrovato servizio.

Ultimo colpo di scena di una partita incredibile, vinta dopo 2 ore e 55 minuti dalla nostra Francesca Schiavone per 5-7 7-6(2) 6-3. Una Schiavone così, non la vedevamo forse da Parigi: grinta, classe, profondità, angoli, tanta corsa e quel genio a volte un po' troppo sregolato ma che ne fa un unicum nel circuito Wta attuale.

Francesca manda un messaggio chiaro ai suoi detrattori, la leonessa d'Italia è ancora viva, e non ha nessuna intenzione di cedere il passo delle grandi. RIVIVI IL MATCH CON GLI HIGHLIGHTS Avanza anche Kim Clijsters a Brisbane e lo fa senza grandi problemi, solo un piccolo passaggio a vuoto nel primo set dove dopo un inizio devastante che la porta in un lampo sul 5 a zero permette alla Benesova di incanalare un filotto di tre games consecutivi quindi sul 5 a 3 Kim riesce a chiudere il set.

Il secondo parziale è a senso unico per la belga. Dopo un secondo game lottato Kim non avrà più problemi e con due break, di cui uno maturato dopo un gioco di quasi 10 minuti, chiude il set 6 giochi a due raggiungendo così una riposata Hantuchova, graziata dalla caviglia di Serena.

RISULTATI QUARTI DI FINALE Schiavone b. Jankovic 57 76 63
Kanepi b. Petkovic 61 76(7)
Clijsters b. Benesova 63 62 Adriano S .