Greet Minnen e Alison Van Uytvanck, ufficializzano fidanzamento nel giorno di Natale



by   |  LETTURE 4176

Greet Minnen e Alison Van Uytvanck, ufficializzano fidanzamento nel giorno di Natale

Alison Van Uytvanck e Greet Minnen, la coppia più famosa della WTA, ha deciso di ufficializzare tramite i social network la loro relazione, in occasione della vigilia di Natale. Le tenniste, entrambe di nazionalità belga, hanno condiviso su Instagram una foto che le ritrae abbracciate con in evidenza gli anelli di fidanzamento sulle loro mani.

Greet Minnen ha commentato la foto scrivendo "Ha detto si" riferendosi alla risposta che ha ricevuto dalla sua compagna rispetto alla domanda di fidanzamento e usando l'hashtag #loveofmylife. Alison Van Uytvanck invece ha postato la stessa foto con il commento "Impegnata" e facendo gli auguri di Natale ai propri followers.

Alison e Greet stanno insieme da circa cinque anni, le prime indiscrezioni sulla coppia sono arrivate nel gennaio 2018, quando Alison Van Uytvanck aveva condiviso una foto con Greet scrivendo queste parole: "Due anni di amore di te"

La storia d’amore tra le due tenniste fiamminghe è nota a pubblico e tabloid da un po’ di tempo, avendo peraltro vissuto il momento di massima celebrità un anno fa durante il 125K di Karlsruhe, quando un beffardo sorteggio le mise l’una contro l’altra al primo turno: non capita tutti i giorni di dover affrontare in un torneo professionistico vostra moglie, la fidanzata, il marito, un famigliare, o almeno non crediamo.

Vinse Alison, la favorita, in tre set, e al momento in cui di norma gli sfidanti dichiarano finita la tenzone con una stretta di mano le due si scambiarono un tenero bacio, cosa che dovrebbe essere normale al punto da non scatenare alcuna curiosità e che invece ha fatto saltare i contatori delle visualizzazioni social con somma sorpresa delle interessate.

“Ci siamo chieste cosa stesse succedendo,” ha sommessamente dichiarato Van Uytvanck, “perché in una sola giornata ci siamo ritrovate con un migliaio di followers in più a testa. Non capivamo il perché di tutta quell’esposizione mediatica per un semplice bacio, ma l’incredibile trambusto ha anche avuto risvolti positivi: circa un mese dopo, a New York, un uomo si è avvicinato per ringraziarci, facendoci sapere che il nostro gesto l’aveva incoraggiato a dichiarare pubblicamente la propria omosessualità, togliendogli un gran peso dalle spalle”.