Wta Lexington - Gauff supera Sabalenka, oggi il derby tra Venus e Serena Williams



by   |  LETTURE 1314

Wta Lexington - Gauff supera Sabalenka, oggi il derby tra Venus e Serena Williams

Nella giornata che anticipa il derby tra le sorelle Williams, Coco Gauff non rientra di certo nel listone delle sorprese. Reduce dalla vittoria ai danni della connazionale Caroline Dolehide, la sedicenne nativa di Delray Beach supera infatti anche la numero due del tabellone Aryna Sabalenka.

Anche se intensità e qualità non viaggiano nella stessa direzione. La ventiduenne bielorussa risale dal 2-5 nella prima frazione e manca sul 6-5 (peraltro con la battuta a disposizione) la chance per chiudere.

Dopo un tie break piuttosto modesto, Sabalenka è comunque brava a non dilapidare un corposo vantaggio di 5-2 e a forzare quanto meno al terzo la faccenda. Gauff non sfrutta un break di vantaggio in due occasioni, ma commette meno errori e soprattutto vince una maggiore percentuale di punti sulla e con la seconda palla.

A fare la differenza è un gancio nel decimo game - figlio di un paio di splendide soluzione di dritto - che alla soglia delle tre ore di gioco si traduce in un 7-6(4) 4-6 6-4. Per la statunitense si tratta della terza vittoria in carriera ai danni di una Top 25.

Nello stesso spicchio di tabellone trova spazio la tunisina Ons Jabeur, brava a recuperare un set di svantaggio a un’altra bielorussa: Olga Govortsova. Marie Bouzkova si sbarazza piuttosto facilmente di Anna Blinkova, il sipario sul day-3 cala con la vittoria di Jennifer Brady ai danni di Magda Linette

Serena-Venus, atto XXXI

Da Melbourne a Flushing Meadows, dal 1998 al 2018, da Venus a Serena.

Lexington non ospiterà solamente il trentunesimo atto del "Sister Act" più famoso di sempre, ma soprattutto il primo del nuovo decennio. Serena ha vinto più partite sul cemento (12-9), ha vinto più partite sulla terra (2-1), ha vinto più partite sull’erba (4-2) ha vinto più confronti nei tornei dello Slam (11-5) e soprattutto ha vinto in otto degli ultimi dieci casi.

In Kentucky le delicatissime dinamiche della sfida potrebbero però essere differenti. Venus si è sbarazzata piuttosto facilmente di Viktoria Azarenka, mentre “Serenona” è apparsa in ritardo di condizione contro Bernarda Pera.

D'altronde chiedere qualcosa in più al rientro sarebbe stato francamente meschino. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images