Wta Lexington - Serena soffre, ma sarà Williams-Williams per la trentunesima volta



by   |  LETTURE 1080

Wta Lexington - Serena soffre, ma sarà Williams-Williams per la trentunesima volta

Sarà Williams-Williams. Per la trentunesima volta nella storia. Una Serena con degli evidenti problemi di condizione (brava e fortunata contro la connazionale Bernarda Pera) riesce in qualche modo a far parlare il curriculum nel giorno della ripartenza.

Venus – più fresca praticamente sotto tutti i punti di vista – vive invece un pomeriggio di ordinaria amministrazione con Viktoria Azarenka. Che non vince un match nel circuito maggiore da esattamente da dodici mesi, per intenderci.

Insomma, la ventitré volte campionessa Slam riparte con il freno a mano tirato. È lenta negli spostamenti, poco lucida nelle scelte tattiche, fallosa soprattutto dal lato debole. Pera sfrutta la situazione in maniera perfetta – soprattutto grazie a una buonissima percentuale di prime palle in campo – ma dilapida una marea di chance nel secondo set.

“Serenona” risale dallo 0-40 nel game inaugurale, si inceppa con la battuta a disposizione sul 3-1 e si ritrova a cancellare tre palle break consecutive anche sul 4-4. Con la forza dell’esperienza (e soprattutto di una manciata di splendide soluzioni di dritto) la campionessa statunitense spezza definitivamente i delicati equilibri della sfida e dilaga nel terzo fissando di fatto il punteggio sul 4-6 6-4 6-1.

Decisamente più brillante Venus, dicevamo, che in settanta minuti cancella l’unica chance break che mette a disposizione dell’avversaria e che sostanzialmente domina il confronto da fondocampo. Il 6-3 6-2 finale è in qualche modo un manifesto.

Ricordiamo che Serena ha vinto in diciotto occasioni e ha perso solo uno degli ultimi cinque confronti diretti. Quello a Indian Wells nel duemiladiciotto. Le circostanze però potrebbe essere completamente differenti questa volta.

Vince anche Gauff: sarà secondo turno con Sabalenka

A Lexington riparte con una vittoria ance Coco Gauff. Nonostante qualche difficolta nella parte finale del primo set (e nella parte iniziale del secondo) la stellina statunitense riesce a spuntarla nel derby under con la qualificata Caroline Dehlaide grazie a un doppio 7-5.

Ad attenderla al secondo turno ci sarà a questo punto la numero due del seeding Aryna Sabalenka. Nel day-2 vince anche la qualificata canadese Leylah Fernandez (un'altra classe 2002) che nel remake della sfida di primo turno con Sloane Stephens a Monterrey non modifica il risultato.

Anzi. Da registrare poi ci sono anche le vittorie di Shelby Rogers, Cici Bellis e Yulia Putinsteva. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images