Wta Praga - Halep, che fatica al rientro. Passa Giorgi, fuori Paolini



by   |  LETTURE 2256

Wta Praga - Halep, che fatica al rientro. Passa Giorgi, fuori Paolini

La continuità non è una delle migliori armi a disposizione di Simona Halep nel giorno della ripartenza a Praga. Un paradosso. La numero uno del seeding - che aveva lasciato il circuito con il successo a Dubai - domina il primo set e spegne completamente la luce nel cuore del secondo.

Contro Polona Hercog (che aveva già battuto in un paio di occasioni nel duemiladiciannove) non sfrutta un mega-vantaggio di 6-1 1-0. Anzi. Perde completamente gli appoggi e le misure da fondocampo, soprattutto vince il 26% di punti con la prima palla.

La tennista slovena, che parallelamente non si limita ad attendere un errore, rientra con un super-parziale di 6-0 e non si sgancia mai dalla lotta. Halep, che tenta di adottare qualche piccola miglioria al piano tattico, non sfrutta un break di vantaggio sul 3-1, manca una manciata di occasioni per il 4-2, serve con scarsissimi risultati 5-3, spreca tre match point consecutivi nel decimo game e ne spreca altri tre ai piedi del tie break.

Tra tutti gli alti e bassi della prima, la tennista rumena riesce alla fine a griffare il successo sul 6-1 1-6 7-6(3) e a garantirsi quanto meno il secondo turno con Barbora Krejcikova.

Giorgi ancora in rimonta, fuori Paolini

Ancora al terzo, ancora al tie break.

Reduce dalla semifinale sul rosso di Palermo (e da una settimana più che positiva) Camila Giorgi supera il taglio del primo turno anche a Praga. La numero uno azzurra rimedia a una falsa partenza contro Marta Kostyuk - talentuosissima diciotenne ucraina - recuperando peraltro un break di svantaggio nel terzo.

Nonostante qualche errore nel cuore del jeu decisif, la marchigiana gioca meglio i punti importanti e alla prima opportunita - grazie anche al supporto del primo servizio - fissa il successo sul 4-6 6-2 7-4(4). Non tutte le sconfitte hanno lo stesso valore e lo stesso significato.

Citofonare a casa Jasmine Paolini per maggiori informazioni. La toscana non riesce ad abbattere la resistenza di Elise Mertens, numero tre del seeding, ma sicuramente a fare partita pari per tre ore. Cosa che al momento conta parecchio.

La numero due azzurra manca una manciata di palle break nel cuore della prima frazione, recupera un vantaggio quasi-disperato nel secondo e nel complesso rimane sempre aggrappata al punteggio. Nel terzo, come da copione, la tennista belga sfrutta la maggiore esperienza e sopravvive al valzer dei break sigillando la vittoria finale sul 7-5 4-6 6-3.

Ad attenderla al secondo turno c'è adesso proprio Camila. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images