Wta Palermo - Giorgi cancella due match point e vola in semi. Ko Errani e Cocciaretto



by   |  LETTURE 1761

Wta Palermo - Giorgi cancella due match point e vola in semi. Ko Errani e Cocciaretto

Per Giorgi sarà la seconda semifinale in carriera sul rosso

Lotta, si sporca, annulla una manciata di match point, riordina le idee nel momento più importante e alla soglia delle tre ore di gioco fissa il successo sul 4-6 7-6(5) 6-4.

Uno dei più convincenti in carriera, se non altro sul rosso. Camila Giorgi fa della regolarità una delle armi migliori nel quarto di finale contro Dayana Yastremska a Palermo. Non si disunisce alla fine di un primo set durissimo ed è sul 4-5 del secondo che fa gli straordinari.

Spinta dalle buonisissime sensazioni accumulate, soprattutto sul 5-5, la marchigiana trova le forze (mentali in primis) per acciuffare il jeu decisif e soprattutto per sfruttare un iniziale vantaggio di 5-1. La numero uno azzurra cancella poi due pericolosissime palle break nel cuore del terzo e con un parzialotto di 3-0 mette il punto esclamativo su una prestazione di livello assoluto.

La quattordicesima semifinale in carriera nel circuito maggiore (la seconda sul rosso) la giocherà contro la francese Fiona Ferro. Reduce da un successo abbastanza netto ai danni di Sara Errani. Dopo due partite complicatissime, vinte entrambe in tre set, la bolognese si ferma sostanzialmente a metà primo.

Non sfrutta un break di vantaggio in avvio e non riesce a confermarsi sul 4-3. Da lì, complice ovviamente la stanchezza, fa praticamente in tempo a smuovere lo zero dalla casella dei game nel secondo con un guizzo nel penultimo turno di risposta.

Niente da fare per la rivelazione della settiamna, almeno per quanto riguarda i colori azzurri. Reduce dalle prime due vittorie nel circuito maggiore (di cui una contro una Top 25) Elisabetta Cocciaretto non riesce a superare l'ostacolo Anett Kontaveit.

A rimettersì, sì, in carreggiata dopo un primo set pieno zeppo di errori, ma non a trovare le armi sufficienti per rimanere a contatto nel terzo e decisivo set. Il 6-1 4-6 6-1 finale è un manifesto che non ridimensiona però in alcun modo la cavalcata della diciannovenne marchigiana.

Già sicuro di un posto tra le prime centocinquanta giocatrici del mondo da settimana prossima. Nella spicchio più alto del tabellone, la numero uno del seeding Petra Martic non apporta particolari modifiche al copione.

Anche se per abbattere la resistenza della qualificata Aliaksandra Sasnovich ha bisogno di un doppio tie break. Per la croata sarà la dodicesima semifinale in carriera. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images