Wta Palermo - Camila Giorgi vince in rimonta, tre azzurre ai quarti di finale



by   |  LETTURE 4267

Wta Palermo - Camila Giorgi vince in rimonta, tre azzurre ai quarti di finale

È sempre più colorato d’azzurro il WTA Ladies Open di Palermo, il torneo International che questa settimana ha sancito il ritorno del circuito WTA. Dopo Sara Errani ed Elisabetta Cocciaretto, anche Camila Giorgi non manca l’appuntamento con i quarti di finale, superando per 3-6 6-2 6-4 una rocciosa Kaja Juvan, la numero 121 del mondo che l’altro ieri aveva estromesso la finalista uscente del Roland Garros Marketa Vondrousova.

Giorgi, che partecipa per la prima volta al torneo siciliano, non raggiungeva i quarti di finale sul rosso addirittura dall’edizione 2018 dell’International di Praga, dove si spinse fino in semifinale. C’è tutta Camila nel primo set: quella dirompente e a tratti ingiocabile, che domina in lungo e in largo nel primo quarto d’ora, e quella fallosa e quasi mai centrata, che purtroppo la fa da padrona nei restanti 20 minuti.

Così, dal 2-0 30-0 che sembra prefigurare una passeggiata, l’azzurra cede il servizio e poi perde cinque dei successivi sei game, consegnando il primo set sul punteggio di 6-3.

La rimonta di Camila e l'approdo ai quarti

Il punto che cambia le sorti della gara arriva sulla seconda palla break del quinto game del secondo set: dopo un back insidioso della Juvan, Camila risponde a sua volta con un back sublime, che spazza la riga e disegna una traiettoria imprendibile per la giovane slovena.

È l’inizio di un vero e proprio monologo dell’azzurra, che si riporta in parità nel computo dei set con un eloquente 6-2 e poi vola sul 3-0 in apertura di terzo parziale, forte di un allungo di otto game consecutivi.

Kujan, che a fine secondo set chiede l’intervento del trainer per un problema alla schiena, riesce a restare in scia nel punteggio, recuperando in extremis uno dei due break di svantaggio grazie ai regali di una Giorgi che, nell’ottavo game, commette due doppi falli e due errori clamorosi a rete.

Alla seconda opportunità utile per chiudere, tuttavia, la classe ’91 non sbaglia, archiviando la pratica al secondo match point per il definitivo 6-4. Camila se la vedrà adesso con la sempre pericolosa Dayana Yastremska, che in chiusura di programma ha rifilato un netto 6-2 6-4 alla francese Oceane Dodin.

Sarà il terzo scontro diretto tra le due: il primo, risalente a Strasburgo 2017 e unico disputato sul rosso, si concluse in favore dell'azzurra con un 7-5 al terzo, mentre l'ucraina si sarebbe vendicata due anni più tardi sull'erba di Wimbledon, incassando un duplice 6-3 al primo turno.

Sarà invece la numero 4 del seeding Anett Kontaveit l’avversaria di Elisabetta Cocciaretto ai quarti di finale. L’estone ha dovuto recuperare un set di svantaggio contro una coriacea Laura Siegemund, imponendosi infine per 3-6 6-2 6-2 dopo due ore e venti minuti di battaglia.

Analoga la sorte della testa di serie numero 1 Petra Martic, anche lei costretta ad una complicata rimonta contro la rivelazione Samsonova: alla fine, dopo un braccio di ferro durato poco meno di due ore e mezzo, la numero 15 del mondo riesce a spuntarla sul 5-7 6-4 6-2 e a conquistare così l’accesso ai quarti, dove sfiderà la qualificata Sasnovich.

Photo Credit: Getty Images CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI