WTA Palermo: giocatrice positiva al tampone ed esclusa dal torneo



by   |  LETTURE 1160

WTA Palermo: giocatrice positiva al tampone ed esclusa dal torneo

Il Palermo Ladies Open sancirà quest’oggi la ripartenza ufficiale del tennis. Nelle giornata odierna si disputeranno le prime partite del tabellone di qualificazione e saranno impegnate alcune delle migliori tenniste azzurre.

Giulia Gatto-Monticone, Martina Trevisan, Federica Bilardo, Martina Di Giuseppe, Melania Delai, Dalila Spiteri e Matilde Paoletti, nello specifico, faranno di tutto per entrare nel main draw dell’evento italiano. Come tutti sanno, il WTA di Palermo ha potuto tirare un forte sospiro di sollievo quando la doppista Rosalie Van der Hoek è risultata negativa al Coronavirus; ricordiamo che l’olandese era risultata positiva al test sierologico ed aveva messo in allarme tutti gli organizzatori.

Una giocatrice è risultata positiva al Covid-19: WTA di Palermo in allarme

Nuovi aggiornamenti sono però arrivati sia dalla WTA che dalla direzione del Palermo Ladies Open. Dopo il primo grande ostacolo superato ed i test effettuati su tutte le giocatrici arrivate in Italia, una tennista è stata infatti colpita dal Covid-19.

Non si conosce ancora il nome dell’atleta che ha contratto il virus, ma quest’ultima sarà sicuramente esclusa dal torneo. “Si comunica che, a seguito dei controlli da protocollo effettuati( test sierologici e tampone rinofaringeo) una giocatrice iscritta ai 31^ Palermo Ladies Open è risultata positiva al Covid-19” , hanno comunicato gli organizzatori attraverso una nota apparsa sul sito ufficiale del torneo.

“La giocatrice asintomatica, che aveva effettuato gli esami previsti al suo arrivo in città presso l’ambulatorio mobile adiacente l’albergo che ospita le tenniste, è stata trasferita in una struttura del Servizio Sanitario Nazionale adibita ai pazienti asintomatici” .

Il Prof. Antonio Cascio, Ordinario di Malattie Infettive all Università di Palermo e Consulente Anti-Covid del Torneo, ci ha tenuto ha elogiare il lavoro svolto da tutto lo staff. “L’efficacia dei protocolli e dei relativi controlli ci ha permesso di intercettare un caso positivo tra le giocatrici arrivate a Palermo.

La stessa giocatrice, in attesa dell’esito degli esami, era sempre rimasta nella propria stanza d’albergo” .